USA e Turchia iniziano addestramento per pattuglie congiunte a Manbij in Siria Reviewed by Momizat on . Gli Stati Uniti e la Turchia hanno iniziato l’addestramento per svolgere presto pattugliamenti congiunti nell’area di Manbij nel nord della Siria controllata da Gli Stati Uniti e la Turchia hanno iniziato l’addestramento per svolgere presto pattugliamenti congiunti nell’area di Manbij nel nord della Siria controllata da Rating: 0
You Are Here: Home » SPECIALE » Rassegna Stampa » USA e Turchia iniziano addestramento per pattuglie congiunte a Manbij in Siria

USA e Turchia iniziano addestramento per pattuglie congiunte a Manbij in Siria

USA e Turchia iniziano addestramento per pattuglie congiunte a Manbij in Siria

Gli Stati Uniti e la Turchia hanno iniziato l’addestramento per svolgere presto pattugliamenti congiunti nell’area di Manbij nel nord della Siria controllata dalle Forze Siriane Democratiche (FSD), lo ha detto lunedì il Segretario alla Difesa USA Jim Mattis, nonostante relazioni tese tra i due Paesi.

Come concordato a giugno tra i due alleati della NATO, forze turche e statunitensi attualmente stanno svolgendo pattugliamenti a Manbij, ma questi sono indipendenti tra loro. L’addestramento è l’ultimo passo prima che i due Paesi svolgano pattugliamenti congiunti.

Il mese scorso Ankara ha detto che pattugliamenti congiunti e addestramento per questi, sarebbero iniziati presto.

“L’addestramento ora è in corso e dobbiamo solo vedere come va,” ha detto Mattis a un piccolo gruppo di reporter che viaggiavano con lui verso Parigi.

“Abbiamo ogni motivo per credere che le pattuglie congiunte arriveranno tempestivamente quando questo programma di addestramento sarà completato per farlo bene,” ha aggiunto Mattis.

Ha detto che gli Stati Uniti attualmente stanno lavorando con gli addestratori e che sarà seguito da qualche settimana di addestramento con le truppe turche prima di avviare le pattuglie congiunte.

L’addestramento avrà luogo in Turchia.

La Turchia si è infuriata per il sostegno di Washington per le milizie YPG curdo-siriane – che considera un’organizzazione terroristica – e prima dell’accordo di giugno aveva minacciato di perseverare con un’offensiva di terra contro le YPG a Manbij nonostante la presenza di truppe USA sul posto.

Anche la detenzione del pastore statunitense Andrew Brunson da parte della Turchia sulla base di accuse di terrorismo, ha colpito le relazioni tra Ankara e Washington.

Il Presidente USA Donald Trump, arrabbiato per la detenzione di Brunson, in agosto ha autorizzato un raddoppio dei dazi doganali su alluminio e acciaio importati dalla Turchia. La Turchia ha risposto aumentando le tariffe delle importazioni di auto, alcool e tabacco dagli USA.

Mattis ha detto che a Parigi avrebbe parlato della situazione in Siria e dell’attivismo in Africa dove è atteso che incontri la controparte e il Presidente francese Emmanuel Macron.

Turchia e Russia a metà settembre hanno concordato di attuare una nuova zona demilitarizzata nella provincia siriana di Idlib dalla quale verrà chiesto ai ribelli di ritirarsi.

Prima dell’accordo e quando l’offensiva del governo siriano contro Idlib sembrava imminente, la Francia aveva detto di essere pronta a condurre attacchi contro obiettivi siriani in caso venissero usate armi chimiche.

https://theregion.org/article/13149-u-s-turkey-begin-training-for-joint-patrols-syria-039-s-manbij

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top