Studente dell’Università di Mersin muore nei combattimenti a Kobanê Reviewed by Momizat on . Studenti universitari e neolaureati nel Kurdistan del Nord hanno uno spazio importante tra i giovani curdi che si uniscono alle fila delle YPG per combattere le Studenti universitari e neolaureati nel Kurdistan del Nord hanno uno spazio importante tra i giovani curdi che si uniscono alle fila delle YPG per combattere le Rating: 0
You Are Here: Home » NOTIZIE » Studente dell’Università di Mersin muore nei combattimenti a Kobanê

Studente dell’Università di Mersin muore nei combattimenti a Kobanê

Studente dell’Università di Mersin muore nei combattimenti a Kobanê

Studenti universitari e neolaureati nel Kurdistan del Nord hanno uno spazio importante tra i giovani curdi che si uniscono alle fila delle YPG per combattere le barbare bande di ISIS che stanno attaccandola città di Kobanê nel Kurdistan occidentale,il Rojava,da oltre due mesi.

Şîvan Bayar,studente all’Università di Mersin,dove studiano un grande numero di studenti curdi e dove la città ospita un ampia popolazione curda che è migrata principalmente negli anni ’90,è caduto a Kobanê dopo che si era unito alle file delle YPG dal Kurdistan del Nord.

Şîvan che era membro di DÖDEF (Confederazione delle associazioni degli studenti democratici),la più importante delle organizzazioni dei giovani curdi nelle università in Kurdistan ed in Turchia,si è battuto come comandante nella battaglia di Kobanê. Dopo aver lasciato l’università, dove aveva studiato presso il Dipartimento di Storia dell’Insegnamento,si era unito alle YPG nel 2013, ed è stato, secondo quanto riferito, ucciso il 18 novembre.

Un evento di commemorazione è stata organizzato all’Università di Mersin, dove i suoi amici di facoltà hanno svolto un momento di silenzio e ricevuto condoglianze.Nella sua città natale Şırnak, una tenda di commemorazione è stata istituita nel quartiere Cudi, visitata da molta gente che ha offerto condoglianze alla alla famiglia Bayar, compresi i membri del DBP (Il Partito Democratico delle Regioni ,ex BDP).

Il fratello di Sivan Lokman Bayar che ha detto suo padre è stato ucciso nel 1990 senza rivendicazione,ha sottolineato che l’assassino di suo padre e di suo fratelllo avevano la stessa mentalità,affermando:

“Abbiamo lottato per la nostra cultura e la nostra identità per anni e abbiamo perso tante persone.Abbiamo sepolto migliaia di giovani come mio fratello. Ma il nome di Adil sarà sostituito da migliaia di altri “.

I giovani che hanno perso la vita nella lotta contro l’ISIS a Kobanê negli ultimi mesi sono Suphi Nejat Ağırnaslı, laureato in sociologia alla prestigiosa università di Turchia del Bosforo , Kader Ortakaya del corso di laurea dell’Università di Marmara,Hakan Çelik, ex stagista dei media presso Bianet che aveva da poco completato la sua laurea in giornalismo all’Università di Istanbul, e Aziz Ürselendi che studiava geografia all’Università di Marmara.

Un altro giovane curdo che ha lasciato il corso di filosofia presso l’Università di Mersin e si era unito alle HPG, Ramazan Akar di Hakkari, nome in codice Siyabend Zap, ha perso la vita negli scontri con le bande di ISIS a Maxmur su 12 settembre.

© 2020 UIKI Onlus Team

Scroll to top