Sindaco curdo condannato a nove anni di carcere Reviewed by Momizat on . Mustafa Bayram, il co-sindaco della città settentrionale di Halfeti, nel Kurdistan, è stato condannato a nove anni e quattro mesi di carcere per accuse di terro Mustafa Bayram, il co-sindaco della città settentrionale di Halfeti, nel Kurdistan, è stato condannato a nove anni e quattro mesi di carcere per accuse di terro Rating: 0
You Are Here: Home » DIRITTI UMANI » Sindaco curdo condannato a nove anni di carcere

Sindaco curdo condannato a nove anni di carcere

Sindaco curdo condannato a nove anni di carcere

Mustafa Bayram, il co-sindaco della città settentrionale di Halfeti, nel Kurdistan, è stato condannato a nove anni e quattro mesi di carcere per accuse di terrorismo. Mustafa Bayram era stato eletto co-sindaco di Xelfetî (Halfeti), un distretto nella provincia di Riha (Urfa). Come molti altri sindaci curdi, è stato deposto, arrestato e sostituito da un commissario di Ankara. Oggi è stato condannato dal ribunale di Urfa a nove anni, quattro mesi e 15 giorni di prigione.

Oltre a Bayram, nello stesso caso altri quattro altri politici curdi sono stati messi sotto accusa e sono stati condannati a otto-nove anni di carcere per “appartenenza a un gruppo terroristico”.

Gli imputati hanno sostenuto nella loro difesa che tutte le attività menzionate erano di un partito politico legale e hanno chiesto la loro assoluzione.

© 2013 UIKI Onlus Team

Scroll to top