Risoluzione su Kobane approvata dal consiglio comunale di Firenze Reviewed by Momizat on . RISOLUZIONE n. 01008 /2015 Proponente: Tommaso Grassi Donella Verdi Giacomo Trombi Oggetto: per l'avvio delle procedure che conducono , al Gemellaggio con la Ci RISOLUZIONE n. 01008 /2015 Proponente: Tommaso Grassi Donella Verdi Giacomo Trombi Oggetto: per l'avvio delle procedure che conducono , al Gemellaggio con la Ci Rating: 0
You Are Here: Home » SPECIALE » Risoluzione su Kobane approvata dal consiglio comunale di Firenze

Risoluzione su Kobane approvata dal consiglio comunale di Firenze

Risoluzione su Kobane approvata dal consiglio comunale di Firenze

RISOLUZIONE n. 01008 /2015

Proponente: Tommaso Grassi Donella Verdi Giacomo Trombi

Oggetto: per l’avvio delle procedure che conducono , al Gemellaggio con la Città di Kobane

IL CONSIGLIO COMUNALE DI FIRENZE

PREMESSO CHE

– Kobane, città curda simbolo della resistenza all’avanzata dello Stato Islamico, situata nel nord della Siria ai confini con la Turchia, ai primi di ottobre del 2014 era stretta d’assedio dalle forze dell’ISIS che si muovevano da sud e da ovest finché, penetrate nei sobborghi della città, sono state costrette a combattere casa per casa dai resistenti curdi, giungendo il 12 ottobre a conquistare l’80% circa dell’intera area urbana prima di essere costrette a un parziale arretramento a causa dell’efficace contrattacco dei Curdi di ambo i sessi che giorno e notte difendono la città

– il 26 gennaio 2015, dopo oltre quattro mesi di combattimenti e circa 2.000 morti, le forze Curde riconquistano la città, grazie anche al sostegno della coalizione internazionale;

– il 26 giugno 2015 i miliziani dell’Ypg hanno ripreso il controllo della città al confine con la Turchia, da mesi sotto l’assedio dell’Esercito islamico che aveva ripreso il controllo della Città di Kobane

CONSIDERATO CHE
– il preambolo della sua carta costitutiva di Kobane recita: “Noi popoli che viviamo nelle Regioni Autonome Democratiche di Afrin, Jazira e Kobane – una confederazione di curdi, arabi, assiri, caldei, aramaici, turcomanni, armeni e ceceni – liberamente e solennemente adottiamo questa carta. Perseguendo libertà, giustizia, dignità, democrazia, nel rispetto del principio di uguaglianza e nella ricerca di un equilibrio ecologico, la carta proclama un nuovo contratto sociale, basato sulla reciproca comprensione e la pacifica convivenza”;

– una realtà politicamente ed eticamente così importante deve essere sostenuta nella su lotta per la libertà e la giustizia;

la Città di Foligno e la Città di Roma hanno già avviato il gemellaggio con la Città di Kobane, l’Atto di indirizzo del Comune di Livorno;

– Considerato l’appello lanciato dal Sindaco di Firenze, e accolto da altri Sindaci, in occasione del Forum Unity in Diversity, tenutosi a Firenze dal 5 all’8 novembre, per la ricostruzione del Centro culturale di Kobane distrutto dall’Isis;

– Vista la lettera, inviata dal Sindaco di Kobane, in data 16 novembre 2015, al Sindaco di Firenze, tramite l’Assessora Nicoletta Mantovani, con la richiesta di un Patto di Amicizia con la Città di Firenze allo scopo di avviare relazioni ufficiali per sostenere iniziative di solidarietà, progetti di ricostruzione e cooperazione;

Letto il Regolamento per la stipula e gestione dei patti di gemellaggio, di amicizia e di fratellanza approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n. 1258/199 del 29.11.1999 e modificato con Deliberazione C.C. n.71 del 22.12.2011

Visto l’articolo 5 del suddetto regolamento che indica la Giunta il soggetto competente a promuovere la delibera da sottoporre al Consiglio comunale per l’approvazione di un nuovo gemellaggio

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE
A portare a conclusione il Patto di Amicizia con Kobane, già approvato dal Consiglio Comunale in data 21.12.2015 e, come previsto dall’art. 2 del Regolamento sui Gemellaggi, che non escluda il percorso preparatorio verso il Gemellaggio con la città di Kobane.

FirenzePatto Amicizia con Kobane

© 2013 UIKI Onlus Team

Scroll to top