Proposta di proroga dello stato di emergenza per la settima volta nel programma parlamentare Reviewed by Momizat on . La proposta di estendere lo stato di emergenza, che è in vigore dal 21 luglio 2016, arriverà nell’agenda parlamentare mercoledì 18 aprile. Dichiarato il 20 lugl La proposta di estendere lo stato di emergenza, che è in vigore dal 21 luglio 2016, arriverà nell’agenda parlamentare mercoledì 18 aprile. Dichiarato il 20 lugl Rating: 0
You Are Here: Home » DIRITTI UMANI » Proposta di proroga dello stato di emergenza per la settima volta nel programma parlamentare

Proposta di proroga dello stato di emergenza per la settima volta nel programma parlamentare

Proposta di proroga dello stato di emergenza per la settima volta nel programma parlamentare

La proposta di estendere lo stato di emergenza, che è in vigore dal 21 luglio 2016, arriverà nell’agenda parlamentare mercoledì 18 aprile. Dichiarato il 20 luglio 2016 a seguito del tentativo di colpo di stato e previsto per il 19 aprile, lo stato di emergenza sta per essere esteso per altri 3 mesi per la settima volta. La proposta giungerà nel programma parlamentare il 18 aprile, mercoledì, dopo la firma del Consiglio dei Ministri della raccomandazione della commissione alla riunione del Consiglio di sicurezza nazionale di lunedì.

In un progranmma televisivo alla quale ha pertecipato, il vice presidente del Partito della Giustizia e dello Sviluppo (AKP) Hayati Yazıcı ha affermato che lo stato di emergenza è quasi dovuto e ha dichiarato: ” Date le circostanze in cui ci troviamo, è chiaro che deve continuare. Questo è un diritto costituzionale e viene attuato quando è visto come necessario. Io penso continuerà”.

Anche il vicepresidente Bozdağ ha affermato che lo stato di emergenza dovrebbe essere seteso

Commentando il programma in una trasmissione televisiva, il vice primo ministro e portavoce del governo ha dichiarato: ” La necessità di estendere lo stato di emergenza è ovvia. Lo stato di emergenza può essere di nuovo esteso se la Grande Assemblea Nazionale di Turchia lo approva.”

Intervenendo durante l’incontro del gruppo del suo partito, il Partito del Movimento Nazionale (MHP), anche Devlet Bahçeli ha sostenuto che lo stato di emergenza dovrebbe continuare e che “Non finisce, non può finire, non dovrebbe finire: “Non finisce, non può finire, non dovrebbe finire.”

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top