Progetto diritti aderisce al presidio a piazza della Repubblica Reviewed by Momizat on . A seguito del grave attentato a Suruc, città turca sud orientale a soli 10 km da Kobanê, del 20 Luglio, UIKI-Ufficio informazioni del Kurdistan in Italia, indic A seguito del grave attentato a Suruc, città turca sud orientale a soli 10 km da Kobanê, del 20 Luglio, UIKI-Ufficio informazioni del Kurdistan in Italia, indic Rating: 0
You Are Here: Home » SPECIALE » Progetto diritti aderisce al presidio a piazza della Repubblica

Progetto diritti aderisce al presidio a piazza della Repubblica

Progetto diritti aderisce al presidio a piazza della Repubblica

A seguito del grave attentato a Suruc, città turca sud orientale a soli 10 km da Kobanê, del 20 Luglio, UIKI-Ufficio informazioni del Kurdistan in Italia, indice un presidio pubblico a piazza della Repubblica stasera alle 19.00.

Progetto Diritti aderisce al presidio e invita tutti e tutte a partecipare portando un fiore in ricordo delle vittime barbaramente uccise dall’Isis.

L’attentato del 20 Luglio è avvenuto a Suruc, nel centro culturale Amara, punto di riferimento in questi mesi per la comunità internazionale che ha portato sostegno alla regione curdo-siriana del Rojava. Qui erano riuniti per una conferenza stampa 300 membri della Federazione delle associazioni della gioventù socialista (SGDF). L’esplosione provocata da una giovane kamikaze dell’Isis ha causato la morte di più di trenta persone e il ferimento di altre cento. Contemporaneamente un altro attacco a Kobanê provocava diverse vittime tra le fila delle YPG.

Questi attacchi avvengono a meno di un mese da quelli del 25 e 26 Giugno a Kobanê, con più di duecento civili barbaramente uccisi.

Il presidio di oggi, indetto da UIKI, vuole essere la ferma condanna alla brutalità di questi attacchi terroristici. È inoltre un appello alla Comunità internazionale, all’Unione europea e al Consiglio d’Europa e all’opinione pubblica internazionale affinché fermino la Turchia e tutti i Paesi che direttamente o indirettamente favoriscono o appoggiano l’Isis.

© 2013 UIKI Onlus Team

Scroll to top