PKK: Un blocco democratico deve essere costituito immediatamente in Turchia Reviewed by Momizat on . Il PKK ha dichiarato che un blocco democratico che riunisce le organizzazioni della società civile, gli intellettuali , gli scrittori e gli artisti che rapprese Il PKK ha dichiarato che un blocco democratico che riunisce le organizzazioni della società civile, gli intellettuali , gli scrittori e gli artisti che rapprese Rating: 0
You Are Here: Home » NOTIZIE » PKK: Un blocco democratico deve essere costituito immediatamente in Turchia

PKK: Un blocco democratico deve essere costituito immediatamente in Turchia

PKK: Un blocco democratico deve essere costituito immediatamente in Turchia

Il PKK ha dichiarato che un blocco democratico che riunisce le organizzazioni della società civile, gli intellettuali , gli scrittori e gli artisti che rappresentano segmenti diversi che rivendicano democrazia in Turchia deve essere costituito immediatamente.Il Comitato esecutivo del PKK ha rilasciato una dichiarazione scritta e ha affermato che l’attuale oligarchia di partito politico non può democratizzare la Turchia o risolvere i problemi del paese.Il Comitato ha sottolineato la necessità di un blocco di forze democratiche radicali che dovrebbe democratizzare il paese, impedire ulteriori colpi di stato dal verificarsi, e porre fine all’oppressione e alla crudeltà. Nella sua dichiarazione il Comitato del PKK ha commemorato le persone che hanno perso la loro vita durante la rivoluzione del Rojava e a Suruç, e ha sottolineato che in Turchia c’è un sistema di oligarchie politiche economiche e sociali che ha permesso a così tanti colpi di stato dall’avere luogo nella storia recente.

L’incapacità della Turchia di democratizzare ha posto il terreno per i colpi di stato

Il PKK ha descritto l’incapacità di risolvere la questione curda come la ragione principale per cui la democratizzazione non ha avuto luogo in Turchia, e ha sottolineato che l’incapacità del paese di democratizzarsi ha posto il terreno per i colpi di stato.Il PKK ha affermato che il leader del popolo curdo Abdullah Öcalan ha offerto proposte realistiche per la soluzione della questione curda allo scopo di democratizzare il paese, e ha ricordato gli ammonimenti di Öcalan che il meccanismo di colpo di stato sarebbe stato sempre attivo se la questione curda era rimasta irrisolta.

Il PKK ha descritto il rigetto dell’accordo di Dolmabahçe e del risultato delle elezioni del 7 giugno come un colpo di stato politico contro la democratizzazione della Turchia, ed ha affermato che l’alleanza del governo dell’AKP con l’MHP e le forze di Ergenekon hanno riattivato il meccanismo del colpo di stato nel paese.Il Comitato del PKK ha affermato che la lotta democratica del popolo curdo e delle forze democratiche permette il rafforzamento di una posizione contro il colpo di stato nella società turca, che ha contribuito a ipedire il tentativo di colpo di stato del 15 luglio.

La dichiarazione dello stato di emergenza non è una posizione contro il colpo di stato

Il Comitato esecutivo del PKK ha sottolineato che la democratizzazione è necessaria al fine di impedire futuri colpi di stato dall’avere luogo,ma ha avvertito che la dichiarazione di Erdoğan dello stato di emergenza non è una posizione contro il colpo di stato, ma un tentativo di ulteriori distruzioni delle città in Turchia,aumenta l’oppressione delle popolazioni curde e consolida il ruolo monista, egemonico e autoritario del governo dell’AKP in Turchia.

Il PKK ha ricordato che la Turchia non è mai stata una vera democrazia , e un sistema speciale di guerra nel paese ha l’obiettivo di permettere il genocidio del popolo curdo.Il PKK ha avvertito che invece di assumere provvedimenti per la democratizzazione , il governo dell’AKP stava mirando a consolidare il suo ruolo egemonico e a intensificare il genocidio della popolazione curda.

Ha sottolineato che la necessità di costituire un blocco di forze democratiche radicali che dovrebbe democratizzare il paese, impedire ulteriori colpi di stato dal verificarsi, e porre fine all’oppressione della crudeltà.Il comitato ha dichiarato che le elezioni del 7 giugno hanno dato una speranza di democratizzazione ai cittadini, ma l’alleanza fascista e anti curda in Turchia ha riavviato la guerra il 24 giugno 2015, e ha realizzato un progetto di annientamento, che ha posto il terreno per il tentativo di colpo di stato del 15 luglio 2016.

Il PKK ha evidenziato che l’attuale stato di emergenza indica l’approfondimento della crisi in Turchia, mente si oppone alla democratizzazione e alla stabiltà.Perciò il PKK ha invitato le organizzazioni della società civile, gli intellettuali, gli scrittori e gli artisti che rappresentano segmenti sociali che rivendicano democrazia, a formare immediatamente un blocco democratico allo scopo di impedire ulteriori colpi di stato dall’avere luogo.

Tutte le forze democratiche in Turchia devono lottare per una democrazia reale

Il Comitato esecutivo del PKK ha ricordato i pesanti attacchi contro il popolo curdo ha subito nel corso dell’ultimo anno, e ha chiesto alle popolazioni curde di aumentare la loro solidarietà e mobilitazione in collaborazione con le forze democratiche di Turchia per impedire ulteriori attacchi.Il Comitato ha sottolineato che la democratizzazione della Turchia è l’unica strada per risolvere i problemi del paese e impedire a ulteriori colpi di stato dall’accadere, e il PKK dovrebbe adempiere al proprio dovere per garantire una vita libera e democratica dei popoli in Turchia.

Il PKK ha osservato che continuerà a lottare contro i tentativi di colpo di stato, così come dello stato di emergenza e le politiche di crudeltà che preparano il terreno a ulteriori colpi di stato, ed ha ricordato l’obiettivo del leader del popolo curdo di risolvere i problemi della Turchia attraverso la democratizzazione e di liberare il paese dal meccanismo del colpo di stato.

Il Comitato ha affermato che la lotta di Öcalan lo rende prezioso per tutti i popoli in Turchia, e il popolo curdo e le forze democratiche in Turchia dovrebbero lottare per la salute e la sicurezza di Öcalan il suo valore e la sua importanza.Infine il PKK ha ribadito la sua fiducia nel successo di un blocco che porterebbe unitamente i curdi e le forze della democrazia in Turchia.

© 2013 UIKI Onlus Team

Scroll to top