Mithat Sancar: Il governo dell’AKP ha nominato commissari in 5 nostre municipalità questo è il vero colpo di stato Reviewed by Momizat on . Questa mattina il Ministero dell'Interno ha sequestrato 5 nostre munipalità e arrestato i sindaci. Il Co-presidente di HDP Mithat Sancar ha tenuto una conferenz Questa mattina il Ministero dell'Interno ha sequestrato 5 nostre munipalità e arrestato i sindaci. Il Co-presidente di HDP Mithat Sancar ha tenuto una conferenz Rating: 0
You Are Here: Home » NOTIZIE » Bakur » Mithat Sancar: Il governo dell’AKP ha nominato commissari in 5 nostre municipalità questo è il vero colpo di stato

Mithat Sancar: Il governo dell’AKP ha nominato commissari in 5 nostre municipalità questo è il vero colpo di stato

Mithat Sancar: Il governo dell’AKP ha nominato commissari in 5 nostre municipalità questo è il vero colpo di stato

Questa mattina il Ministero dell’Interno ha sequestrato 5 nostre munipalità e arrestato i sindaci. Il Co-presidente di HDP Mithat Sancar ha tenuto una conferenza stampa nella sede generale di HDP a riguardo di questo tema. Nel suo intervento Mithat Sancar ha affermato brevemente quanto segue:

Il governo di Erdoğan ha cercato di fare la vittima diffondendo di recente voci su un possibile colpo di stato. Si scopre ora che stavano pianificando il proprio colpo di stato.Il governo dell’AKP ha nominato commissari in 5 nostre municipalità questo è il vero colpo di stato. La nomina di commissari non comporta conseguenze diverse dall’aumentare la nostra determinazione. Come il mondo intero sa, l’HDP non si sottomette a tale pressione, il popolo curdo non ha paura di tale oppressione. Continueremo a lottare contro tutti i tipi di pratiche e politiche illegali e antidemocratiche su un terreno democratico. Non dubitiamo che la nostra determinazione porterà pace e democrazia in Turchia. Ma la pace e la democrazia in Turchia e nella più ampia regione non possono essere sostenute solo dai curdi e dall’HDP. Ecco perché ripetiamo il nostro appello a tutte le forze democratiche e a coloro che vogliono vivere in pace in Turchia: stiamo insieme, costruiamo insieme la nostra lotta.

 

© 2020 UIKI Onlus Team

Scroll to top