Le donne in prigione stanno affrontando condizioni difficili Reviewed by Momizat on . Hatice Onaran, membro della Commissione per le Prigioni dell’İHD, ha affermato che i prigionieri malati si trovano in gravi condizioni. Secondo l’ultimo rapport Hatice Onaran, membro della Commissione per le Prigioni dell’İHD, ha affermato che i prigionieri malati si trovano in gravi condizioni. Secondo l’ultimo rapport Rating: 0
You Are Here: Home » DIRITTI UMANI » Le donne in prigione stanno affrontando condizioni difficili

Le donne in prigione stanno affrontando condizioni difficili

Le donne in prigione stanno affrontando condizioni difficili

Hatice Onaran, membro della Commissione per le Prigioni dell’İHD, ha affermato che i prigionieri malati si trovano in gravi condizioni.

Secondo l’ultimo rapporto dell’Associazione per i Diritti Umani (İHD), c’è un totale di 1025 prigionieri malati, 357 dei quali in maniera grave. Tra i prigionieri malati, 86 sono donne.

Hatice Onaran, membro della Commissione per le Prigioni della sezione di Istanbul dell’İHD, ha affermato: “Per molte diverse ragioni, le donne non sono come gli altri prigionieri, quando si ammalano. Conosciamo i trattamenti degradanti e umilianti della prigione ed è anche per questo motivo che le prigioniere stanno affrontando una situazione più difficile”.

Onaran ha denunciato che i gendarmi e le guardie di sesso maschile perquisiscono le prigioniere malate che chiedono di essere portate in ospedale.

“Quando le donne hanno il ciclo, spesso non sono rifornite di antidolorifici o assorbenti. Una donna ha molte necessità, alle quali le autorità della prigione non vengono incontro. Dopo l’applicazione dello Stato di Emergenza (OHAL), sono aumentate le perquisizioni a sorpresa”.

Il membro della Commissione per le Prigioni dell’İHD ha chiesto al Ministero della Giustizia e a quello della Salute di “rilasciare al più presto possibile i prigionieri malati particolarmente vulnerabili.”

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top