Le aree di azione della Gineologia I Reviewed by Momizat on . Se la Gineologia riesce a produrre soluzioni per i problemi della vita sociale, vuol dire che si sta avanzando nella giusta direzione. Quindi, la Gineologia può Se la Gineologia riesce a produrre soluzioni per i problemi della vita sociale, vuol dire che si sta avanzando nella giusta direzione. Quindi, la Gineologia può Rating: 0
You Are Here: Home » Accademia » Le aree di azione della Gineologia I

Le aree di azione della Gineologia I

Le aree di azione della Gineologia I

Se la Gineologia riesce a produrre soluzioni per i problemi della vita sociale, vuol dire che si sta avanzando nella giusta direzione. Quindi, la Gineologia può preservare la sua pretesa di essere definita una scienza in quanto pone fine alla mentalità degli uomini e alla sovranità dell’esercito che, su un livello pratico, si è infiltrato in ogni campo e momento della vita quotidiana dalla gente. La Gineologia creerà una propria prospettiva in quelle aree fondamentali che vengono percepite come “aree di crisi” e porterà un nuovo modo di trovare soluzioni per non implementare tali crepe. Ciò vale a dire che si svilupperà la scienza come una normale saggezza, coscienza e infine azione della società, senza cadere nello scientismo.

La Gineologia esaminerà gli sviluppi storici e le situazioni attuali in relazione tra loro, al fine di scoprire le ragioni della sconfitta delle donne in questi campi e le soluzioni da attuare. La Gineologia propone e crea una prospettiva per riorganizzare tali aree con la forza delle donne etica ed estetica. I risultati pratici emergenti verranno trasformati in una teoria che contribuirà alla libertà delle donne. Per questo motivo, ogni scienza sociale e delle discipline che rientrano nell’ambito della Gineologia, è anche una enorme area di azione.

La Gineologia fa uso della mitologia, della religione, della filosofia e delle scienze sociali per rendere visibile la presenza della donna nella società e nelle civiltà statali classificate.

Essa ha istituito accademie per portare alla luce della mentalità della società il pozzo di conoscenza insito nelle donne, costituendo inoltre istituzioni e spazi abitativi che possono essere considerati come un modello alternativo per realizzare se stessi accordandosi a questo sistema mentale.

ETICA ESTETICA

La Gineologia sostiene di essere una base per una nuova comprensione, integrità e collettivismo nella scienza. L’etica estetica si propone di essere il cemento che manterrà tutte le opere all’interno delle aree di cooperazione e dei settori specifici. La Gineologia non si impegna in nessuna lotta e progetto sociale che non abbiano una prospettiva annessa ai criteri etici estetici. Questa è la distinzione principale che distingue la Gineologia dalla scienza e dalle idee dominanti delle altre scienze sociali. Molte teorie filosofiche hanno cercato di definire l’estetica, la teoria della bellezza. L’estetica è sempre stata considerata come una relazione duplice, interrelata e infrangibile con l’etica in tutte le definizioni filosofiche. La Gineologia soddisfa anche il principio della scienza dell’estetica sottolineando il cambiamento-trasformazione mentale.

Abdullah Ocalan ha affermato: “Le condizioni attuali delle donne non sono né etiche né estetiche”. Nel suo discorso porta la nostra attenzione a cambiare e superare la realtà esistente delle donne nella propria personalità, creando una libera identità femminile, la quale risulta essere – secondo lui – il primo principio per sviluppare le comprensioni dell’etica e dell’estetica delle donne. Qualunque teoria etico-estetica che creiamo senza essere pienamente consci di ciò che comporta, rimarrà senza risultati nell’adornamento della scienza e della vita. L’incantesimo dei concetti e delle istituzioni create durante le epoche della madre-dea riguardava le donne che vivono la propria identità liberamente e naturalmente.

La Gineologia svilupperà questi principi etico-estetici per riconquistare questa magia. Una delle ragioni per cui la Gineologia esiste è quella di ridare voce alle nostre parole silenziose, per riprendere la nostra voce silenziata. In altre parole, la nostra idea è di riconquistare la nostra letteratura e vivere in un’epoca poetica. È riacquistare la nostra capacità di far scorrere la nostra vita nelle parole, e nelle nostre parole la vita. Per questo motivo, le relazioni tra donne e letteratura e linguaggio rientrano nell’ambito del campo etico-estetico della Gineologia e sono le questioni primarie in tutti i fenomeni da esaminare e indagare seriamente e autonomamente in relazione a diversi campi. La valutazione del leader del popolo curdo Öcalan: “L’etica è la morale e la coscienza della libertà, l’estetica deve muoversi in linea con questa coscienza” sarà la base fondamentale della prospettiva e delle pratiche della Gineologia.

DEMOGRAFIA
La riproduzione e la procreazione delle creature viventi nell’universo dovrebbero essere intese nella propria unicità che ha la stessa concezione di etica-estetica. Il fatto che questo venga alla luce attraverso istinti o un certo livello di intelligenza, non cambia la sua essenza. Procreare è uno dei fenomeni misteriosi della vita. E’ il modo di esprimersi più eccitante che ha l’universo.

Tuttavia, la natura ha la capacità di delineare i confini creando periodi di riproduzione per procreare. Quello che è stato definito come “natura selvaggia” per centinaia di anni. Difatti, a differenza della società odierna, prima c’erano comunità naturali che trattavano la natura come se fosse una propria stessa figlia e ad essa si avvicinavano con grande amore e santità.
Purtroppo, questo tipo di peculiarità della società ha cominciato a deteriorarsi cinquemila anni fa. L’ossessione di avere un figlio maschio che dovesse dare un prosieguo alla stirpe umana e dovesse assumere il potere, è diventato un principio indispensabile e il nucleo che caratterizza la cultura dinastica. La sessualità è stata legata alla continuazione del lignaggio spogliandolo da tutti i suoi significati etici ed estetici.

Crediamo che il punto strategico della demografia sia quello di rilanciare il principio dai tempi in cui dominava la legge matriarcale. Questo principio è: “Questo è il mio corpo, io sono l’unica a decidere quando, dove e perché portare una seconda anima e portarla al mondo”. Questo è un principio che cambierà il destino del mondo.

Un altro principio essenziale è quello di sviluppare la mentalità che stabilisce che la continuazione della linea di origine è più un fenomeno filosofico piuttosto che un’attività fisica, nella società in generale. I bambini di oggi, indipendentemente da quale seme provengano, e indipendentemente da chiunque li porti per nove mesi in grembo, sono sempre di fronte al pericolo di essere figli del nichilismo, del liberalismo e della brutalità.

Uno dei principi fondamentali della Gineologia nel campo della demografia è quello di analizzare la teoria malthusiana della popolazione e di sollevare una lotta sociale ideologica e organizzata contro di essa. A differenza della teoria malthusiana, la Gineologia mira a sviluppare e organizzare una comprensione demografica alternativa attraverso azioni e attività congiunte con altri movimenti e individui.

La Gineologia determina il concetto di mantenere una linea sana prendendo in considerazione donne e bambini. Per fare questo, essa svilupperà questionari, ricerche e analisi per raccogliere dati tangibili dalla società che saranno utilizzati per condurre ricerche e analisi. Analizzando questi dati, la Gineologia svilupperà tesi di valore sociologico, in questo modo demolirà i modelli regressivi della demografia e assicurerà quindi che la scienza della demografia sia affrontata con una nuova mentalità, la quale sarà la base dell’approccio demografico della Gineologia.

C’è un legame molto stretto tra l’errata filosofia del mantenimento del lignaggio e delle sue conseguenze, dell’economia, dell’ecologia, di ogni aspetto del tessuto sociale, della salute, dell’istruzione e della politica. La demografia è sostenuta da queste scienze e nutre queste scienze attraverso i propri dati e aspetti.

STORI

La prospettiva della Gineologia spiega come la storia recente con i suoi valori, le culture di resistenza, le lingue, l’etica, i culti, i racconti e molto altro sono stati portati avanti fino ad oggi. Pertanto, la Gineologia considera la storia come entità insita nel presente, nel tempo, nello spazio e in un ricordo, piuttosto che considerare la storia come un fenomeno strettamente determinato.

La Gineologia tratta argomenti di donne che sono state escluse dalla storia formale, dalle culture, dalle istituzioni e dalle unità sociali, basandosi sull’interpretazione di Öcalan: “La storia della civiltà, è allo stesso tempo, la sconfitta e la scomparsa delle donne” e considera le donne come Soggetti reali della storia.

La Gineologia si basa sull’accumulazione di valori culturali e sociali e non sull’accumulazione di potere.

Essa continua a cercare e riscoprire tutti i valori della civiltà democratica contro l’egemonia che organizza e si mantiene attraverso l’accumulazione, oltre a rivelare le resistenze femminili. Per questa ragione, una delle responsabilità essenziali della Gineologia è raggiungere la verità della donna, che ha perso un grande significato per tutta la storia della civiltà. Questo metodo mette in evidenza la realtà delle donne tenuta in oscurità, in quanto consente alle donne stesse di ricostruire la storia piuttosto che di limitarsi ad aderire alla storia esistente.

POLITICA

La Gineologia inizia la sua ricerca e l’analisi in questo settore affrontando la realtà di una donna che ha creato la socialità, che risulta essere il potere primario della Gineologia. La Gineologia non può pretendere di essere una nuova scienza sociale, sviluppata comprendendo economia, ecologia, demografia, etica, estetica, salute, istruzione e storia, senza sviluppare la scienza politica.

La Gineologia ha bisogno di configurarsi come scienza sociale che si baserà sulla scienza politica. Essa mira a migliorare la percezione della politica in cui tutti i segmenti sociali possono assumere il proprio posto con i propri colori, e gli individui possono partecipare con la loro volontà libera. Nell’esaminare la nozione di politica, analizza anche chi o cosa è responsabile di tale alienazione tra la società e la politica. A meno che la comprensione della politica basata sullo statalismo, le abitudini di usare la politica come mezzo di inganno e di oppressione siano distrutte, la società rimarrà sempre fuori dalla politica e sarà oggetto della politica. Per evitare questo, la società e gli individui devono dotarsi fortemente della propria mente. Il compito della Gineologia si presenta in questa fase: preparare la società e gli individui per i campi della politica a livello mentale.

La Gineologia, alla fine, è una scienza che viene sviluppata per realizzare i propri obiettivi per raggiungere una società libera e liberi individui. È chiaro che la libertà non sarà un progresso finché non vi sarò raggiunta una politica adeguata. Per questo motivo, progredirà senza rompere i legami con la moralità, la scienza e la politica.

Creare e implementare la politica sociale sarà l’antidoto di questo individualismo e della modernità capitalista che ha commesso massacri sociali. Al fine di sviluppare la politica sociale, la Gineologia punterà a migliorare il livello di coscienza della società e degli individui basati su discussioni che si verificano continuamente, analisi di ricerca e dati ottenuti da questi risultati. La Gineologia presumerebbe di svolgere un ruolo nell’aiutare la società a riconoscere il proprio potere e avere una propria capacità di gestirsi, al fine di utilizzare questo potere e capacità per lo sviluppo delle scienze sociali anche attraverso la prospettiva della donna.

Continuerà….

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top