Kurdistan e Palestina, tra prigioni, occupazione e rivoluzione al tempo dell’epidemia Reviewed by Momizat on . I conflitti e le lotte continuano nei territori sotto occupazione, che sia turca o israeliana. I prigionieri nelle carceri hanno iniziato a rivoltarsi per avere I conflitti e le lotte continuano nei territori sotto occupazione, che sia turca o israeliana. I prigionieri nelle carceri hanno iniziato a rivoltarsi per avere Rating: 0
You Are Here: Home » INIZIATIVE » Kurdistan e Palestina, tra prigioni, occupazione e rivoluzione al tempo dell’epidemia

Kurdistan e Palestina, tra prigioni, occupazione e rivoluzione al tempo dell’epidemia

Kurdistan e Palestina, tra prigioni, occupazione e rivoluzione al tempo dell’epidemia
I conflitti e le lotte continuano nei territori sotto occupazione, che sia turca o israeliana. I prigionieri nelle carceri hanno iniziato a rivoltarsi per avere un minimo di tutele, subendo la repressione degli apparati statali.
L’epidemia viene utilizzata dai governi come altro strumento di attacco e repressione delle esperienze politiche e sociali e di ulteriore differenziazione, sia nella gestione degli aiuti alla popolazione che all’interno dei circuiti carcerari.
Quando : Lunedì 20 aprile alle ore 18.30
Dove : su Facebook e Canale Youtube
In diretta con  Ylmaz Orkan dell’Ufficio Informazione del Kurdistan in Italia – UIKI Onlus, un compagno italiano dal Rojava, Alessandro Orsetti, Alberto Mari del Fronte Palestina.

Nel Rojava gli scontri militari e i tentativi della Turchia di attacco ai territori controllati dai kurdi continuano.

In Italia continua la repressione verso i compagni internazionalisti, chi sottoposto a misure di controllo e divieto chi sotto processo come a Milano per i cortei a sostegno della Palestina.Con un rappresentante del movimento kurdo in Italia, parliamo della situazione in Turchia, le lotte nelle carceri, la repressione del movimento e la gestione del Covid, dello sviluppo delle lotte e del conflitto nei territori amministrati nel Rojava dal movimento kurdo.

Alessandro Orsetti interverrà in sostegno dei compagni e delle compagne internazionaliste, sottoposti a misure preventive e processuali per la loro partecipazione alla lotta del popolo kurdo.

Alberto Mari del Fronte Palestina ci parlerà poi della situazione in Palestina, a Gaza in Cisgiordania. e la lotta nelle carceri sioniste e del processo che diversi compagni hanno a Milano per aver contestato la Brigata ebraica.

In Italia ci avviciniamo al 25 Aprile ed alla Festa della Liberazione e crediamo che la solidarietà internazionale, intesa come relazioni politiche e sociali e condivisione delle stesse lotte, sia determinante, pur nelle difficoltà del contesto attuale. Mantenere e rafforzare questi legami, comprendere che, se anche chiusi nelle nostre case, siamo sempre impegnati nella stessa lotta comune per la libertà e l’emancipazione deve fare parte delle nostre pratiche di lotta.

Sosteniamo i prigionieri in lotta, per la solidarietà internazionale!

Con l’esempio internazionalista di Orso Tekoser, nel cuore e nella testa!

Biji Biji Kurdistan! Yalla Yalla Palestina!

© 2020 UIKI Onlus Team

Scroll to top