KNK: Fermare i crimini in Turchia! Reviewed by Momizat on . All'attenzione delle Organizzazioni per i Diritti Umani e del Pubblico Internazionale Un guerrigliero curdo catturato vivo, torturato e ucciso dai soldati turch All'attenzione delle Organizzazioni per i Diritti Umani e del Pubblico Internazionale Un guerrigliero curdo catturato vivo, torturato e ucciso dai soldati turch Rating: 0
You Are Here: Home » DIRITTI UMANI » KNK: Fermare i crimini in Turchia!

KNK: Fermare i crimini in Turchia!

KNK: Fermare i crimini in Turchia!

All’attenzione delle Organizzazioni per i Diritti Umani e del Pubblico Internazionale

Un guerrigliero curdo catturato vivo, torturato e ucciso dai soldati turchi. Video disponibile solo su richiesta

I soldati turchi lo hanno assassinato perché ” si è rifiutato di eseguire un ordine dei soldati turchi”.

Un video di 33 secondi ottenuto da ANF mostra una guerrigliero curdo catturata vivo da soldati turchi. Il guerrigliero del video, Cuma Imen, è stato ucciso alcuni momenti dopo.

Cuma Imen (nome di guerra: Kocer Devrim) è stato catturato vivo dai soldati turchi il 24 luglio a Beytüşşebbap, distretto della provincia di Şırnak. In quel momento è stato ucciso.

Il corpo di Imen è stato restituito ai suoi familiari giorni dopo essere stato ucciso.

Un video di 33 secondi ottenuto da ANF mostra il guerrigliero Imen vicino a due soldati turchi. Un comandante turco gli ordina di dire che i soldati turchi lo hanno trattato bene. Imen si rifiuta di farlo e dice: “Mi hanno picchiato tutto il giorno … mi hanno picchiato …” Dopo che Imen insiste sul fatto di essere stato picchiato, il comandante turco dà l’ordine di smettere di filmare.

Le forze di difesa del popolo (HPG) hanno rilasciato una dichiarazione nella quale è scritto che è stato catturato vivo e poi ucciso. HPG ha detto che i soldati turchi lo hanno assassinato perché “ha rifiutato di eseguire un ordine dei soldati turchi”.

Chiediamo alle organizzazioni per i diritti umani di agire immediatamente e condannare i crimini di guerra dei turchi.

Congresso Nazionale del Kurdistan KNK

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top