KCK: la Francia dovrebbe processare i responsabili degli assassinii di Parigi Reviewed by Momizat on . La KCK ha fatto appello al governo francese affinché metta sotto processo il presidente turco Erdogan e gli ufficiali del MIT, per il loro ruolo nell’assassinio La KCK ha fatto appello al governo francese affinché metta sotto processo il presidente turco Erdogan e gli ufficiali del MIT, per il loro ruolo nell’assassinio Rating: 0
You Are Here: Home » NOTIZIE » KCK: la Francia dovrebbe processare i responsabili degli assassinii di Parigi

KCK: la Francia dovrebbe processare i responsabili degli assassinii di Parigi

KCK: la Francia dovrebbe processare i responsabili degli assassinii di Parigi

La KCK ha fatto appello al governo francese affinché metta sotto processo il presidente turco Erdogan e gli ufficiali del MIT, per il loro ruolo nell’assassinio di tre donne rivoluzionarie curde a Parigi.

La KCK ha dichiarato che il [il caso del] Massacro di Parigi è risolto e ha giurato che continuerà a chiedere conto a chi c’è dietro all’assassinio di Parigi delle tre donne rivoluzionarie curde.

La co-presidenza del Consiglio Esecutivo della KCK ha rilasciato una dichiarazione per commemorare le tre donne curde rivoluzionarie uccise da un agente del servizio di intelligence turco (MIT) a Parigi il 9 gennaio 2013.

Sakine Cansiz, Fidan Dogan e Leyla Saylemez furono assassinate nell’Ufficio di Informazioni del Kurdistan di Parigi il 9 gennaio 2013. Il sicario del MIT Omer Guney fu arrestato tre giorni dopo gli assassinii. Guney è morto in prigione prima della sua comparizione in tribunale lo scorso anno.

In una dichiarazione, la co-presidenza della KCK ha dichiarato risolto il [caso del] Massacro di Parigi, dopo le informazioni fornite da due ufficiali di alto rango del MIT, catturati dalla KCK. Recentemente la KCK ha affermato che il Massacro di Parigi fu ordinato dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan e pianificato dal membro del MIT Sabahattin Asal e dalla propria squadra.

Il comunicato recita: “Sono passati cinque anni dal Massacro di Parigi. Il Movimento di Liberazione Curdo ha promesso vendetta per gli assassinii. Il sicario del Massacro di Parigi è stato ucciso nelle prigioni francesi perché gli si voleva impedire di parlare davanti la corte. Ma i pianificatori del massacro non sono riusciti a nascondersi. Il Movimento di Liberazione Curdo ha catturato, in una brillante operazione, due ufficiali di alto rango del MIT e ha risolto [il caso del] massacro.

L’ordine del Massacro di Parigi è stato dato direttamente dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan al direttore del MIT Hakan Fidan. Hakan Fidan ha pianificato ed eseguito il massacro per mezzo di Ugur Kaan Ayik, che lavora per Sabahattin Asal, il quale ha partecipato ai negoziati ad Imrali.

Era già stato compreso dai documenti e dalle registrazioni vocali che il massacro fosse stato compiuto dal MIT. Le affermazioni dei membri del MIT catturati lo hanno confermato e adesso è chiaro che il MIT è responsabile del massacro.”

La KCK ha anche criticato la politica del governo francese nei confronti della Turchia e ha affermato che il presidente francese ha ospitato un criminale che ha perpetrato un massacro a Parigi, riferendosi alla visita in città di Tayyip Erdogan del 5 gennaio.

“Questa chiaramente è una ricompensa per il terrore di stato. Se il governo francese fosse sincero nella sua lotta contro il terrore, dovrebbe prima di tutto agire contro Tayyip Erdogan e l’agenzia di intelligence turca, che hanno attuato un massacro nel cuore di Parigi”, ha affermato la KCK.

La KCK ha fatto appello alle autorità francesi affinché avviino le indagini contro Tayyip Erdogan, il direttore del MIT Hakan Fidan e gli agenti del MIT Sabahattin Asal, Ugur Kaan Ayik e Oguz Yuret, per il loro ruolo nell’uccisione di Sakine Cansız, Fidan Doğan e Leyla Şaylemez.

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top