Il governo oscura l’agenda nel caso di abusi sui minori Reviewed by Momizat on . Il Membro del Parlamento dell’HDP Meral Danış Beştaş, "Invece di discutere le misure per prevenire gli abusi, il governo produce politiche populiste per salvare Il Membro del Parlamento dell’HDP Meral Danış Beştaş, "Invece di discutere le misure per prevenire gli abusi, il governo produce politiche populiste per salvare Rating: 0
You Are Here: Home » BAMBINI » Il governo oscura l’agenda nel caso di abusi sui minori

Il governo oscura l’agenda nel caso di abusi sui minori

Il governo oscura l’agenda nel caso di abusi sui minori

Il Membro del Parlamento dell’HDP Meral Danış Beştaş, “Invece di discutere le misure per prevenire gli abusi, il governo produce politiche populiste per salvare la sua politica interna, oscurando l’agenda nella menzogna che produce politica.”

La commissione di 6 persone, formata dal governo dell’AKP contro gli abusi sui minori e composta da tutti i membri maschi eccetto il ministro della famiglia e delle politiche sociali Fatma Betül Sayan Kaya, ha avuto il suo primo incontro la settimana scorsa e ha fatto una proposta per aumentare la punizionegli per abusi sessuali contro i bambini sotto i 12 anni. Il membro del parlamento dell’HDP di Adana, Meral Danış Beştaş ha detto che il governo ei suoi ministeri non hanno alcuna strategia contro l’abuso sui minori e producono politiche populiste invece di discutere delle misure.

La carenza è nell’esercizio della legge

La Meral ha sottolineato che il problema dei crimini di abuso sessuale non è la mancanza di legge nel sistema criminale, ma l’esercizio della legge. Meral ha detto che esiste uno stato di “tolleranza” nei confronti della violenza sessuale e che vengono protetti i responsabili invece delle vittime. Ha inoltre affermato che lo stesso sistema dominato dagli uomini è stato riprodotto con un approccio dominato dagli uomini e che dovrebbero essere preparati piani e progetti strategici per proteggere i bambini dagli abusi. Ha detto che le discussioni sull’argomento dovrebbero includere non solo i ministeri ma anche associazioni di avvocati, istituzioni per i diritti dei bambini, camere, istituzioni della società civile e istituzioni femminili, e ha anche affermato che i casi come la violenza sessuale a Pozantı dove i perpetratori non hanno ottenuto eventuali punizioni, causano un aumento dei casi di abuso.

La Meral ha affermato che le reazioni del pubblico interno sono ridotte al minimo attraverso gli attacchi ad Afrín e hanno continuato: “Perché l’abuso sessuale è ora all’ordine del giorno? In effetti, il governo non vuole che sia all’ordine del giorno. Tutto questo è in qualche modo emerso attraverso la stampa di sensibilizzazione pubblica. Questo dovrebbe essere preso in considerazione. Però anche il governo sta cercando di far finta di avere a che fare con la questione degli abusi sui minori e di produrre politiche populiste, oscurando l’agenda comportandosi in questo modo.”

© 2013 UIKI Onlus Team

Scroll to top