Hozat: ISIS riceverà un colpo mortale a Raqqa Reviewed by Momizat on . La co-presidente del Consiglio Esecutivo della KCK Besê Hozat ha sottolineato che il controllo di Raqqa sarà significativo anche per la Siria in generale e ha a La co-presidente del Consiglio Esecutivo della KCK Besê Hozat ha sottolineato che il controllo di Raqqa sarà significativo anche per la Siria in generale e ha a Rating: 0
You Are Here: Home » NOTIZIE » Hozat: ISIS riceverà un colpo mortale a Raqqa

Hozat: ISIS riceverà un colpo mortale a Raqqa

Hozat: ISIS riceverà un colpo mortale a Raqqa

La co-presidente del Consiglio Esecutivo della KCK Besê Hozat ha sottolineato che il controllo di Raqqa sarà significativo anche per la Siria in generale e ha affermato che ISIS a Raqqa riceverà un colpo mortale.La co-presidente del Consiglio Esecutivo della KCK (Unione delle Comunità del Kurdistan) Besê Hozat ha parlato degli ultimi sviluppi a Raqqa su News Channel TV.

Hozat ha affermato che l’operazione appena lanciata su Raqqa ha creato un intenso conflitto e litigi tra le potenze internazionali e regionali e ha detto: “La collocazione strategica di Raqqa la rende strategica anche per il futuro della Siria. La guerra è alle porte di Raqqa e i conflitti e le rivalità sono aumentati. C’è un grave conflitto con le FSD. Le dichiarazioni della Russia sulle FSD sono collegate a queste manipolazioni e al conflitto.”
Chiunque controlli Raqqa controllerà la Siria

Hozat ha anche commentato la decisione della NATO di entrare nella Coalizione e ha detto: “Volevano rendere la NATO più funzionale, ristrutturare la NATO, renderla più visibile e influente, questo intento e questa tendenza sono parte delle ragioni per le quali la NATO è entrata nella coalizione.”

Besê Hozat ha parlato della collocazione strategica di Raqqa e ha fatto i seguenti commenti:

“Raqqa ha un grande significato strategico per il futuro della Siria. L’arrivo della guerra a Raqqa e questo livello di aumento dei conflitti e dei litigi sono collegati a questo fatto. Chiunque controlli Raqqa, in un certo senso avrà maggiore controllo sulla Siria. Quella forza avrà un ruolo più influente e definitivo nella formazione della Siria. Raqqa è anche la capitale di ISIS, e questo significherà un colpo letale per ISIS nella regione. L’aumento del controllo delle FSD in queste aree, l’acquisto di maggiore controllo da parte delle forze democratiche in quest’area significa che un sistema democratico prenderà forma in Siria. È una collocazione chiave. Per questo ora la guerra è alle porte di Raqqa. Se avete notato, litigi e scontri sono in aumento. Ci sono seri conflitti tra USA e Russia, Iran e USA, il regime e forze straniere e le FSD. Le recenti dichiarazioni della Russia sulle FSD affermano che avrebbero ‘fatto un accordo con ISIS’. Questo è completamente e internamente lontano dalla verità, non ha nulla a che fare con essa. Come abbiamo visto, Raqqa è sotto assedio. ISIS non ha una linea per far uscire convogli. Tutte le strade sono state circondate e bloccate. Ci possono essere dei punti per i civili, non lo sappiamo, le persone sul campo lo sanno meglio. Ma queste operazioni sulla percezione solo collegata al conflitto in essere. Sono deliberate. Sono dovute al significato di Raqqa e potranno aumentare.”
La Decisione della Nato

Hozat ha detto quanto segue sulla decisione della NATO di partecipare alla guerra in Siria insieme alle forze della coalizione:

“La situazione della NATO è una discussione al suo interno. Se vi ricordate, durante il processo elettorale USA, Trump ha fatto dei commenti; ha detto ‘La NATO ha perso la sua funzione, dobbiamo ristrutturarla’. Ha iniziato una discussione all’interno della NATO. Con la Terza Guerra Mondiale, la NATO è di nuovo seriamente all’ordine del giorno. NATO, ONU, UE, il sistema attuale, sono seriamente bloccati. Queste strutture hanno riguadagnato significato con la Terza Guerra Mondiale. Sono molto di più all’ordine del giorno. Ma l’ordine del giorno che Trump ha avviato non è solo casuale. Credo che il sistema globale stia discutendo la NATO e la ristrutturazione delle NATO. Non penso che il fatto che la NATO si sia unita alla Coalizione sia interamente separato questo intento di rendere la NATO più funzionale, ristrutturata, visibile e influente. La NATO è entrata nella Coalizione come risultato di questi intenti e tendenze. Hanno compiuto questo passo come risultato di discussioni per aumentare la sua funzione e la sua missione e ristrutturare la NATO.

E ora l’equilibrio del mondo è cambiato. La NATO è stata creata contro l’Unione Sovietica. C’era una rivoluzione socialista nei Soviet, questo era visto come una minaccia. Poi nel periodo ‘89-’90, il socialismo reale ha fallito. La Russia ora ha un sistema capitalista, il Paese è diventato parte del sistema capitalista. Il socialismo reale ha fallito anche ovunque altro nel mondo. Proprio ora, i curdi e le forze democratiche rivoluzionarie nella regione stanno guidando una lotta democratica socialista. Questa struttura di ISIS è emersa nella regione, completamente al di fuori delle dinamiche della regione, interamente diversa e ponendo una seria minaccia al mondo, all’umanità e anche ai popoli. Questo è stato un prodotto del sistema capitalista. Con la cintura verde, queste persone erano tra quelle organizzate contro l’Unione Sovietica e ora si è arrivati a questo. Al Qaeda è cambiata e trasformata in quello che loro sono ora. E questa tendenza è sempre più comune nella regione e può trovare una base sociale. Non solo nella regione, in Asia Centrale, in Europa, nelle aree islamiche, tra i musulmani. Now the situation is different. And, the nation state systems in the region are dissolving. Lo status quo della regione nel 20° secolo si sta dissolvendo. I sistemi di Stato Nazione, il bilancio che portano, le alleanze del 20° secolo e l’equilibrio si stanno dissolvendo. Quando è stata fondata la NATO, il sistema degli Stati Nazione era appena iniziato nella regione e ora si stanno dissolvendo. La NATO era, in un certo modo, fondata come esercito per i sistemi degli Stati Nazione, come forza di difesa. Ristrutturare la NATO è all’ordine del giorno. Questo diventerà più chiaro nei prossimi anni. Con discussioni intense e incontri, questa questione si intensificherà. Ma io credo che questo sia un risultato di queste tendenze e questi intenti. Si potrà arrivare a ristrutturare la NATO strettamente per la regione, focalizzando sulla regione. Un nuovo processo di strutturazione potrebbe comprendere molti Stati islamici, Stati e forze regionali”.

© 2013 UiKi ONLUS Team

Scroll to top