Diretto da Afrin: non rimanere in silenzio e a sostenere la rivoluzione Reviewed by Momizat on . La situazione nel cantone a 50 giorni dall'inizio della sanguinosa aggressione sferrata da Erdogan e dalle bande jihadiste sue alleate. Nel frattempo la situazi La situazione nel cantone a 50 giorni dall'inizio della sanguinosa aggressione sferrata da Erdogan e dalle bande jihadiste sue alleate. Nel frattempo la situazi Rating: 0
You Are Here: Home » VIDEO » Diretto da Afrin: non rimanere in silenzio e a sostenere la rivoluzione

Diretto da Afrin: non rimanere in silenzio e a sostenere la rivoluzione

Diretto da Afrin: non rimanere in silenzio e a sostenere la rivoluzione

La situazione nel cantone a 50 giorni dall’inizio della sanguinosa aggressione sferrata da Erdogan e dalle bande jihadiste sue alleate. Nel frattempo la situazione ad Afrin si è aggravata ulteriormente nelle ultime ore e il suo appello a non rimanere in silenzio e a sostenere questo esperimento rivoluzionario è quanto mai urgente. #DefendAfrin

#DefendAfrin

Questo è il video che Jacopo, compagno torinese e redattore di Infoaut che si trova ad Afrin, ha realizzato ieri per spiegare la situazione nel cantone a 50 giorni dall'inizio della sanguinosa aggressione sferrata da Erdogan e dalle bande jihadiste sue alleate. Nel frattempo la situazione ad Afrin si è aggravata ulteriormente nelle ultime ore e il suo appello a non rimanere in silenzio e a sostenere questo esperimento rivoluzionario è quanto mai urgente. #DefendAfrin

Opslået af InfoAut på 11. marts 2018

InfoAut

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top