Depositate in parlamento 31 richieste di revoca dell’immunità  per 19 deputati di HDP Reviewed by Momizat on . Il governo turco prosegue nel genocidio politico contro il popolo curdo e i suoi rappresentanti eletti. Altre 31 sintesi dei procedimenti sono stati emessi per Il governo turco prosegue nel genocidio politico contro il popolo curdo e i suoi rappresentanti eletti. Altre 31 sintesi dei procedimenti sono stati emessi per Rating: 0
You Are Here: Home » NOTIZIE » Bakur » Depositate in parlamento 31 richieste di revoca dell’immunità  per 19 deputati di HDP

Depositate in parlamento 31 richieste di revoca dell’immunità  per 19 deputati di HDP

Depositate in parlamento 31 richieste di revoca dell’immunità  per 19 deputati di HDP

Il governo turco prosegue nel genocidio politico contro il popolo curdo e i suoi rappresentanti eletti. Altre 31 sintesi dei procedimenti sono stati emessi per 19 deputati del Partito democratico dei popoli (HDP).

I procedimenti che sono stati presentati alla Grande Assemblea Nazionale di Turchia chiedono l’abolizione dell’immunità parlamentare dei seguenti parlamentari, tra cui la co-presidente del Partito democratico dei popoli (HDP) Pervin Buldan e del co-presidente del Partito democratico delle regioni (DBP)Saliha Aydeniz:

Pervin Buldan (4), Sezai Temelli (2), Saliha Aydeniz (4), Remziye Tosun (2), Ömer Faruk Gergerlioğlu (2), Şevin Coşkun (2), Feleknas Uca (1), Meral Danış Beştaş (2), Musa Farisoğulları (1), Tayip Temel (1), Ebru Günay (2), Kemal Bülbül (1), Pero Dündar (1), Nuran İmir (1), Gülistan Kılıç Koçyiğit (1), Ayşe Acar Başaran (1), Dersim Dağ (1), Mensur Işık (1), Ömer Öcalan (1).

I deputati sono accusati di propaganda o appartenenza a organizzazione terroristica in relazione alle loro attività politiche.

La revoca dell’immunità e la successiva detenzione di parlamentari dell’HDP è un mezzo utilizzato dallo stato turco negli ultimi anni per eliminare ogni opposizione. Quasi ogni settimana, la Procura generale di Ankara presenta rapporti di indagine per la rimozione dell’immunità dei parlamentari dell’HDP.

L’AKP ha utilizzato il fallito colpo di stato del 15 luglio 2016 come opportunità per organizzare un colpo di stato politico in uno stato di emergenza. Con l’MHP come partner della coalizione il primo atto ufficiale del governo è stato quello di privare le amministrazioni locali della loro volontà.

Questo processo è stato gradualmente seguito dall’eliminazione dei media critici e dal contenimento della società civile. Anche due anni dopo la revoca dello stato di emergenza, le misure di emergenza sono ancora in vigore ovunque.

 

MA

© 2020 UIKI Onlus Team

Scroll to top