Demirtaş: parleremo della tragica fine del dittatore Reviewed by Momizat on . Il candidato presidenziale dell'HDP (Partito Democratico dei Popoli), Selahattin Demirtaş, ha dichiarato di essere l'unica alternativa e ha chiesto a tutti colo Il candidato presidenziale dell'HDP (Partito Democratico dei Popoli), Selahattin Demirtaş, ha dichiarato di essere l'unica alternativa e ha chiesto a tutti colo Rating: 0
You Are Here: Home » ANALISI » Demirtaş: parleremo della tragica fine del dittatore

Demirtaş: parleremo della tragica fine del dittatore

Demirtaş: parleremo della tragica fine del dittatore

Il candidato presidenziale dell’HDP (Partito Democratico dei Popoli), Selahattin Demirtaş, ha dichiarato di essere l’unica alternativa e ha chiesto a tutti coloro che hanno contribuito ai successi del 7 giugno e del 1 ° novembre di lavorare con lo stesso spirito di responsabilità.

Demirtaş, oggi ancora in carcere, ha risposto alle domande dell’Agenzia della Mesopotamia nel carcere di Edirne attraverso i suoi avvocati.

“L’HDP è l’unica alternativa”

Ha sottolineato che l’unica alternativa per il popolo della Turchia è l’HDP: “Noi siamo l’alternativa, l’alternativa è l’HDP. Non c’è bisogno di cercare altrove. La linea democratica che riunisce tutti gli oppressi ha formato l’HDP … È diventata una proposta politica molto più promettente e una speranza per tutti i popoli “.

Demirtaş ha anche affermato che la visita dei deputati del CHP (Partito Popolare Repubblicano) è stata estremamente solidale.

“L’HDP è abbastanza forte da sconfiggere il fascismo”

Alla domanda su quale sia la potenziale forza dell’HDP nelle elezioni, Demirtaş ha detto:

“Tieni conto che Erdogan ha detto in una riunione di partito: ‘Seppellire le schede elettorali dell’HDP’. E gli ordini Erdogan non sono per gli elettori, ma per le forze statali. Significa ‘impedire che l’HDP funzioni, far sì che i loro voti non escano dalle schede elettorali’. Ebbene, l’HDP è un forte movimento popolare che può sconfiggere il fascismo alle urne nonostante tutte le oppressioni, gli ostacoli e le difficoltà.

Non manca molto. Tutto sarà chiaro il 24 giugno. In queste elezioni, l’HDP mostrerà la sua capacità di superare il 20%. Parleremo della tragica fine degli aspiranti dittatori e della vittoria delle forze della democrazia”.

“Ho inviato un messaggio in modo che non mi visitino”

Alla domanda se qualcuno dell’AKP lo avesse contattato, Demirtaş ha detto:

“Non ho avuto contatti diretti o indiretti con qualsiasi membro del AKP. Qualche tempo fa, la Sottocommissione Parlamentare delle Prigioni ha visitato Enis Berberoglu in carcere. Io ho mandato un messaggio alla Commissione dicendo che non si disturbassero per venirci a trovare, perché tanto non li avremmo ricevuti. Se desideravano terribilmente visitare qualcuno, potevano andare alle prigioni di Tarso e Elazığ per verificare le accuse di tortura. Ma ovviamente non ci sono andati. “

Appello agli elettori

L’ostaggio dell’HDP e candidato alla presidenza Selahattin Demirtaş ha fatto appello agli elettori:

“Invito tutti, specialmente i giovani e le donne che hanno creato le vittorie del 7 giugno e del primo novembre con grande sforzo, sacrificio e coraggio, a lavorare sodo con spirito di dovere e responsabilità. Convinciamoli tutti un’altra volta!”

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top