You Are Here: Home » SPECIALE » Rassegna Stampa

Tana De Zulueta: il fronte del ‘no’ non aveva alcuna possibilità. Cambiate regole su schede a spoglio iniziato

Tana De Zulueta, a capo della missione degli osservatori dell’Ufficio per le istituzioni democratiche ed i diritti dell’uomo dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) in Turchia per il referendum costituzionale vinto di misura dal presidente Recep Tayyp Erdogan, è prima di tutto una giornalista e opinionista che collabora con numerose testate nazionali ed internazionali. Consul ...

Read more

Turchia: l’opposizione parla di gravi brogli nel referendum. Trump e gli islamisti si congratulano con il Presidente

La sera di lunedì migliaia di persone sono scese in strada nelle metropoli turche Istanbul, Izmir e Ankara per protestare contro i brogli al referendum sull’introduzione di una dittatura presidenziale di domenica. Battevano su pentole e padelle e scandivano »No, abbiamo vito noi «. Il Presidente Recep Tayyip Erdogan con la risicata maggioranza del 51,3 percento si era dichiarato vincitore del referendum sos ...

Read more

Voto in Turchia, Osce: non rispettati standard internazionali. Erdogan: ora referendum su pena di morte

Boccia il voto in Turchia l’Osce,Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. All’indomani del referendum che attribuisce poteri presidenziali a Tayyp Erdogan, gli osservatori dell'Osce dichiarano che il voto «non è stato all'altezza» degli standard internazionali. In particolare la decisione della Commissione elettorale turca sull'ammissibilità delle schede non timbrate «ha minato le garanz ...

Read more

«Coprifuoco e 500mila sfollati, ma i kurdi in Turchia andranno a votare»

Referendum. Intervista a Yuksek Kamuran, co-leader del partito kurdo Dbp: «Se vince il sì, la campagna militare si intensificherà grazie ai nuovi poteri al presidente e all’alleanza con i nazionalisti del Mhp. Per questo anche i kurdi conservatori diranno di no» Hayir, no. Al referendum di domani la comunità kurda si presenta compatta nonostante le enormi difficoltà a svolgere una normale campagna elettoral ...

Read more

Regime della restaurazione

Nella domenica di pasqua in Turchia si tiene un referendum sull’introduzione della dittatura presidenziale – solo con riserva è un cambio di paradigma (...) La Turchia sarebbe sulla strada verso la dittatura è il tenore della stampa borghese da queste parti. Il sistema politico si troverebbe di fronte a un »cambio di paradigma«, si legge ad esempio in un contributo del politologo Ismail Küpeli per la Centra ...

Read more

Dittatura instabile

Dalla consultazione popolare del 16 aprile il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan spera di ottenere la conferma della sua rivendicazione di potere assoluto. Se ci riuscirà è dubbio Se fosse per la sua tracotanza, da tempo sarebbe dominatore del mondo. Per ora però basta solo per la Turchia. Ma anche questo è diventato incerto: il miglior Recep Tayyip Erdogan del mondo. Domenica 16 aprile i cittadini turch ...

Read more

Cosa vuol dire essere curdi nella Turchia di Erdogan

«Non sono un cretino. Non voterò “sì” al referendum. Come potrei? Sono curdo...» Naif vive a Diyarbakir, la capitale della regione curda nel Sud-est della Turchia, assediata dall’esercito di Ankara per oltre 90 giorni alla fine del 2015. A un anno e mezzo di distanza, il 16 aprile prossimo, Naif e altri ottanta milioni di turchi voteranno sulla riforma della Costituzione voluta dal Presidente, Recep Tayyp E ...

Read more

Dopo il fallimento della guerra di attacco turco in Siria, Erdoğan minaccia gli yezidi nel nord dell’Iraq con un nuovo intervento militare

Era l’inizio di aprile quando l’autocrate turco Recep Tayyip Erdoğan ha preso la parola per comunicare un successo: le operazioni militari nel nord della Siria, che il suo esercito aveva avviato nell’agosto 2016 in palese violazione della legalità internazionale, erano concluse e aveva raggiunto tutti gli obiettivi perché „Daesh“, lo Stato Islamico, era stato scacciato da Al-Bab. Ma la valutazione di Erdoğa ...

Read more

Turchia, il referendum e le sue conseguenze

Domenica si vota il referendum sulla riforma costituzionale fatta approvare da Erdogan. Il fronte del governo sta incontrando difficoltà inaspettate. Il risultato è ancora aperto. Cosa potrebbe succedere dopo? • Turkey's referendum and its aftermath È rimasto poco tempo al referendum di aprile. Nonostante lo stato di emergenza, sbaglia chi pensa che il referendum sarà un match a senso unico in favore del go ...

Read more

Cemil Bayik: “Serve una mediazione internazionale sulla questione kurda”

In un’intervista esclusiva con al Monitor Cemil Bayik, co-presidente del consiglio esecutivo dell’Unione delle Comunità del Kurdistan (organizzazione politica impegnata nell’implementazione dell’ideologia di Ocalan di confederalismo democratico) e uno dei leader del Pkk, chiarisce come l’eventuale voto turco del 16 aprile a favore dei cambiamenti costituzionali che daranno al presidente ampi poteri porterà ...

Read more

Scioperi della fame in Europa per i detenuti politici in Turchia

I prigionieri politici in sciopero della fame in Turchia continuano ad aumentare: dal 15 febbraio quando 13 detenute del carcere femminile di Sakran, a Smirne, hanno iniziato a rifiutare il cibo per protesta, oggi se ne contano 187. Venti le prigioni coinvolte: chiedono la fine delle misure assunte nelle carceri contro i prigionieri politici dopo l’entrata in vigore dello stato di emergenza, parte della rep ...

Read more

Di lungo respiro

Da quaranta anni il PKK combatte per libertà e socialismo in Kurdistan. Una visita sul posto»Aereo, drone, elicottero?« chiedo. »Elicottero, chiarissimo«, dice Azad. Il flapp-flapp dei rotori è impossibile non riconoscerlo dice il giovane combattente della guerriglia. Aerei di linea da un orecchio addestrato sono chiaramente distinguibili dai jet da combattimento e dai bombardieri, inoltre si conoscono le r ...

Read more

IS è amico, le YBŞ il nemico?

Anche nella terza settimana dopo gli attacchi a Shengal da parte delle forze armate di KDP e AKP del 3 e 14 marzo, il pericolo di ulteriori scontri non è rimosso. La situazione continua a essere tesa, il potenziale per ulteriori combattimenti armati è alto. Contro chi vanno gli attacchi e come ci si è arrivati? Si è scritto molto sulla ritirata dei peshmerga del KDP e il contestuale genocidio della popolazi ...

Read more

Genocidio e femminicidio contro le donne in Kurdistan sulla base di esempi storici

Il 20° secolo in Kurdistan è caratterizzato da attacchi genocidi, assimilazione e resistenza per l‘autodeterminazione. Dopo la Prima Guerra Mondiale e il crollo dell’Impero Ottomano si sono formati nuovi Stati i cui confini innaturali passavano per il Kurdistan e quindi hanno diviso in quattro il Paese delle curde e dei curdi. Promesse di autonomia non sono state rispettate. Rivolte contro politiche imperia ...

Read more

Chi è il vero terrorista, Ocalan o Erdogan? chiede il presentatore televisivo tedesco

L'importante giornalista tedesco Georg Restle, in un programma diffuso dalla televisione di stato tedesca TV ARD ha paragonato l'incarcerato leader del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK) Abdullah Ocalan e il Presidente Recep Tayyip Erdogan chiedendo: "Chi è il vero terrorista?" Commentando la recente manifestazione curda nella città di Francoforte nel programma Tagesthemen ( argomento del giorno) Re ...

Read more

Sindaco del Salernitano: “Io espulso dalla Turchia con sequestro della fascia”

Massimiliano Voza, primo cittadino di Santomenna, racconta: "Sono stato arrestato per solidarietà con i curdi" "Sono stato arrestato all'aeroporto di Istanbul e poi espulso per surreali "motivi di sicurezza". Mi hanno sequestrato e non restituito sia la fascia tricolore che il cellulare istituzionale". A raccontarlo è Massimiliano Voza, sindaco di Santomenna (Salerno), appena rientrato in Italia: è uno dei ...

Read more

Appello dal campo profughi curdo di Mahmura

Noi, due giornalisti provenienti dalla Germania, insieme ad altri due giornalisti tedeschi ci troviamo nel campo profughi curdo Makhmur nel nord dell‘Iraq. Attualmente unità speciali vicine al Presidente della Regione Autonoma Curda, Masud Barzani, e al suo Partito Democratico del Kurdistan (KDP) stanno raggruppando su tre lati del campo soldati e armi pesanti. Molti abitanti del campo temono un attacco mil ...

Read more

In viaggio lungo il muro di Erdogan che vuole cancellare i curdi

La barriera di cemento sigilla ormai cinquecento chilometri   di confine tra Turchia e Siria. Qui il nemico sono i guerriglieri del Pkk Era mattina, una mattina di primavera. Il tempo era bello, un sole giallo, vecchio, usato avanzava prudentemente nel cielo ancora un po’ grigio. Nel ristorante «Friends» a Gaziantep le tre ragazze siriane cinguettavano allegre, beccuzzando enormi piatti di pollo fritto, sca ...

Read more

Gentiloni sia chiaro sulla propaganda turca

Caro Presidente Gentiloni, so quanto abbia a cuore l'unità europea e il valore universale dei diritti umani. Si sta aprendo una ferita profonda tra la vecchia Europa e la Turchia di Erdogan. Non è una notizia positiva, perché il rapporto con il nostro alleato storico del vicino Oriente ha ragioni strategiche di lunghissimo periodo. Culturali, economiche e persino militari. Ma tant'è. Certo, la vecchia Europ ...

Read more

© 2013 UiKi ONLUS Team

Scroll to top