You Are Here: Home » SPECIALE

A Diyarbakir un training course sulla diversità culturale e il lavoro giovanile

Dal 23 al 31 luglio 2017 ventisei persone provenienti da Spagna, Italia, Bulgaria, Portogallo, Ungheria, Germania e Turchia si ritroveranno a Diyarbakir per partecipare ad un training course che mette a tema il valore della diversità culturale nel contesto del lavoro giovanile. Pensare alla diversità culturale in quanto strumento potente e positivo permette di esplorare nuovi orizzonti per chi lavora in con ...

Read more

Scuole, ospedali, ristoranti prove di rinascita a Kobane

La città che ha fermato l’Isis quando sembrava inarrestabile cerca di tornare a una vita normale. Con la stessa tenacia con cui si è difesa: «Il Califfo qui ha perso perché quello che voleva distruggere è casa nostra» Se la guerra siriana fosse un gioco dell’oca, Kobane sarebbe la casella di partenza e di arrivo. Nella città che ha fermatol’Isis quando sembrava inarrestabile, adesso arrivano centinaia di pr ...

Read more

Si spera nella de-escalation

Colloqui sulla Siria a Ginevra: l’incaricato speciale dell’ONU diffonde ottimismo- All’inizio della tornata di colloqui tra siriani a Ginevra, l’incarico speciale dell’ONU per la Siria, Staffan de Mistura, ha messo evidenza il contesto regionale, internazionale e geopolitico della guerra in Siria. Non solo i colloqui di Astana di alcuni giorni prima sarebbero importanti, anche altri eventi hanno effetti sul ...

Read more

Speciale: Invasione- Lo Stato turco sta preparando per la guerra contro la città curda di AFRIN

L'importanza geopolitica e geostrategica di Afrin e il motivo per cui lo Stato turco vuole attaccarla La Turchia si trova a nord e a ovest di Afrin, a est vi sono gruppi supportati dalla Turchia e a sud il Fronte Nusra (Hayat Tahrir al-Sham). Scarica PDF  Dossier Afrin 2017 IT I prezzi petroliferi e alimentari di Arin, la cui economia si basa su olive, olio d'oliva e frutta, sono aumentati negli ultimi temp ...

Read more

Con potenza contro i potenti

76.000 alla manifestazione contro il vertice G -20. Indignazione per le violenze della polizia-Con un blocco curdo-internazionalista alla testa, la lunga e colorata manifestazione è partita intorno all’ora di pranzo. Seguivano tifosi del FC St. Pauli, ambientalisti, un blocco di associazioni sindacali e giovanili, partiti comunisti, Die Linke e molte persone con striscioni dipinti a mano, tra cui »Nonna e N ...

Read more

Una guerra, in Medio Oriente, che non si chiude anzi si allarga

Considero per primi i passaggi subiti dai conflitti armati mediorientali in corso che precedono il cambiamento di presidenza negli Stati Uniti; poi ricapitolerò quelli successivi. Da quando ci ho provato l’ultima volta i cambiamenti di prospettiva di buona parte degli attori in campo sono stati enormi, sino a delineare un quadro generale molto diverso, quello precedente essendo determinato dalla centralità ...

Read more

14 luglio: la lotta della libertà contro il potere, dal carcere di Dɪyarbakɪr a noi

A Roma, alla Città dell’Altra Economia, si è tenuta nei giorni scorsi l’anteprima italiana del film 14 luglio, del regista Haşim Aydemir. Primo lungometraggio al mondo che racconta la verità sulla prigione militare di Diyarbakir dopo il colpo di Stato del 12 settembre 1980 in Turchia. Due anni dopo, nel carcere iniziava uno sciopero della fame a oltranza. Era il 14 Luglio 1982. Un gruppo di rivoluzionari e ...

Read more

Ci sono preparativi per un nuovo attacco a Şengal?

Negli ultimi giorni è stato possibile osservare uno scambio sempre più intensivo tra gli USA, la Turchia, il KDP, il Mossad, i Parastin e i servizi segreti turchi MİT. Questo scambio indica che si vuole “sacrificare” Şengal per lo Stato iraniano. Si sospetta che la Turchia in collaborazione con il KDP pianifica di attaccare Şengal tra il 5 e il 10 giugno. La visita di Stato di Recep Tayyip Erdoğan negli USA ...

Read more

Zerocalcare per ricordo di Cappuccio Rosso Ayse

E' sempre antipatico puntare i riflettori su una persona specifica, in una guerra dove la gente muore ogni giorno e non se la incula nessuno. Però siccome siamo fatti che se incontriamo qualcuno poi per forza di cose ce lo ricordiamo e quel lutto sembra toccarci più da vicino, a morire sul fronte di Raqqa contro i miliziani di Daesh è stata Ayse Deniz Karacagil, la ragazza soprannominata Cappuccio Rosso. Tu ...

Read more

Finalmente gli yezidi tornano a riconoscersi

Colloquio con Zerdest Derwis. Sul passaggio di una filosofia a una religione, l’espulsione degli yezidi e la costruzione di proprie strutture. Zerdest Derwis … è attivista di Meclisa Ciwanen Sengale, il Consiglio Giovanile di Sinjar. Junge Welt lo ha incontrato nella cittadina yezida di Khan Al-Sur in Iraq. In Germania il gruppo di popolazione degli yezidi è diventato noto al pubblico solo per via dell’atta ...

Read more

Censura e bombe

L’emittente satellitare Eutelsat su ordine della Turchia vuole impedire la messa in onda delle trasmissioni dei canali televisivi curdi, una visita a Ronahi TV nel RojavaIl giovane reporter è arrabbiato. »Questi attacchi non sono rivolti semplicemente contro i canali televisivi. Sono attacchi alla verità stessa. Noi mostriamo quello che succede davvero sul posto, noi mostriamo la situazione in Kurdistan, la ...

Read more

Cosa è successo alla Casa Bianca?

Sia la stampa nel nostro Paese che quella generale nel mondo a mi avviso non è in grado di interpretare correttamente la vista del Presidente turco alla Casa Bianca. I colleghi con i quali parlo, spiegano che Erdoğan è “tornato in Turchia a mani vuote“ e che sul tema YPG non ha “ottenuto quello che desiderava“. Ce ne sono anche alcuni che considerano la fornitura di armi USA alle YPG per l’operazione Raqqa ...

Read more

Il momento storico del sogno neo-ottomano e la Federazione Democratica Siria del Nord

Ogni giorno diventa più chiaro quale aspetto assumerà in futuro la Siria. Della molteplicità di attori statali e non statali che hanno partecipato alla guerra civile in corso da sei anni, molti si sono ritirati e la situazione inizialmente poco chiara ora fa spazio a un’equazione un po‘ più chiara. Come attori principali rimasti, possono essere citati la Russia, l‘Iran, la Siria, gli USA e le QSD (Forze Dem ...

Read more

Turchia, Amnesty: Erdogan vuole annientare giornalismo indipendente. E lui vola da Trump per appianare divergenze

Il giornalismo indipendente in Turchia è sotto attacco, a ribadirlo è Andrew Gardner, ricercatore di Amnesty International sulla Turchia, commentando la notizia dell’arresto di Oğuz Güven, direttore dell’edizione online del quotidiano turco Cumhuriyet. “Le notizie secondo cui Oğuz Güven sarebbe stato arrestato sulla base di un semplice titolo – ha sottolineato in una nota Gardner – riflette la nuova terrifi ...

Read more

Le ragioni dell’incontro tra Erdoğan e Mesrur Barzani negli USA

Mancano pochi giorni alla vista del Presidente turco Recep Tayyip Erdoğan negli USA. Si è saputo che oltre a Erdoğan anche Mesrur Barzani si troverà negli USA nella stessa data. L’incontro dei due nello stesso momento non è un caso. Appare evidente che l’incontro programmato in precedenza comprende una motivazione strategica. Vale la pena dare uno sguardo nel retroscena della visita. Şengal… Erdoğan si prep ...

Read more

Il direttore degli affari religiosi turchi si riunisce con il finanziatore di Al-Qaeda

Un nuovo sviluppo è scaturito dal rapporto del governo AKP con le bande ISIS. Il direttore degli affari religiosi turchi Mehmet Görmez si è incontrato a Ankara il 5 maggio con il segretario generale del Consiglio degli studiosi musulmani iracheni Muthanna Harith al-Dari, nelle liste del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, commissione per le sanzioni di Al-Qaeda "Persone che finanziano Al-Qaeda e ISI ...

Read more

Erdogan e Barzani saranno negli Stati Uniti nello stesso momento

Il presidente turco Tayyip Erdoğan dovrebbe visitare gli Stati Uniti il ​​16 aprile, mentre il figlio del presidente Masud Barzani e il funzionario dell'intelligence del Kurdistan meridionale Masrour Barzani dovrebbe recarsi in visita lo stesso giorno. Barzani parteciperà ad un programma organizzato da un'organizzazione di destra denominata Heritage Foundation. Barzani si riunirà anche con i funzionari stat ...

Read more

L’AKP riceve mercenari dell’ISIS ad Istanbul

Nonostante l’AKP affermi di combattere contro i mercenari dell’ISIS, le fonti dimostrano un’altra volta che il governo turco è in relazione con loro. Alcuni documenti che i combattenti incontrarono nella città di al-Tabqa dimostrano che i mercenari dell’ISIS sono stati ricevuti ad Istanbul dall’AKP. Dall’inizio della crisi siriana e della rivoluzione del Rojava, molte volte sono stati incontrati documenti c ...

Read more

Pyd: «Noi sconfiggiamo l’ISIS ed Erdogan ci bombarda»

Erdogan bombarda i civili nel Rojava. Dopo il referendum prosegue la guerra al popolo kurdo. Una campagna per una “No fly zone” “Ogni volta che strappiamo qualcosa all’ISIS, Erdogan si vendica e bombarda” accusa Gharib Hassou, leader del partito democratico curdo, il Pyd, presente nella Siria nord-orientale. In queste settimane, dopo il referendum che ha sancito un’ulteriore svolta autoritaria in Turchia (p ...

Read more

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top