You Are Here: Home » SPECIALE

È a Raqqa che si muore, non a Parigi

Un rapporto della BBC britannica sullo „sporco segreto“ della liberazione di Raqqa rivela soprattutto una cosa: il pensiero neo coloniale dei giornalisti occidentali. La scorsa settimana la BBC britannica ha rivelato in modo eclatante uno „sporco segreto“: alla fine della battaglia a Raqqa le Forze Siriane Democratiche, l’alleanza militare contro Stato Islamico forgiata dalle YPG curde ha lasciato che, „cen ...

Read more

La terza via di Kobane

In quello che i curdi siriani chiamano Rojava, si cerca di portare avanti la costruzione di una società più giusta oltre a una graduale riconquista della propria identità. La SS48, la strada statale che attraversa la Siria del Nord, è un racconto per immagini. Case semi distrutte circondano l’asfalto ed è difficile capire se siano destinate a rimanere macerie o tornare a ospitare la vita. Ma a Kobane no, no ...

Read more

Mi ha sorpreso il momento

Perquisizione domiciliare per aver mostrato simboli delle Unità curde di Difesa del Popolo e delle Donne. Colloquio con Kerem Schamberger. Kerem Schamberger è uno scienziato delle comunicazioni alla Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera Lunedì mattina alle 6 dei poliziotti hanno perquisito la sua abitazione con la motivazione che lei avrebbe caricato bandiere delle Unità curde di Difesa delle ...

Read more

Il popolo curdo è preoccupato per il salute del leader del popolo curdo OCALAN

Percheè il comitato per la prevenzione della tortura CPT non adempie le sue responsabilità? Perché le istituzioni europee non intraprendono azioni mentre la vita del leader del popolo curdo ABDULLAH OCALAN è in pericolo? Prosegue il sit-in in atto nella città di Strasburgo per il leader del popolo curdo Abdullah Ocalan. Il sit-in a tempo indeterminato è stato avviato dai curdi davanti al CPT quando diversi ...

Read more

Love in a hopeless place

Il redattore del blog Lower Class Magazine Peter Schaber è stato a Raqqa – non come giornalista, ma nelle file delle YPG. Ha scritto per noi le sue esperienze al fronte. -In realtà potrei essere di nuovo in Germania da tempo. Quando otto mesi fa sono entrato nella Siria del nord non avevo né previsto di restare così a lungo né di prendere in mano un’arma. Inizialmente ho lavorato come giornalista, il mio la ...

Read more

Un nuovo periodo di lotta nel 40° anniversario del PKK

Il Comitato centrale del PKK ha tenuto la sua riunione annuale. Il PKK ha invitato tutti, membri e non, ad attenersi alle linee ufficiali di partito e ai suoi principi patriottici per mobilitarsi per organizzarsi in tutte le aree e unirsi alla lotta per la vittoria. Il Comitato centrale del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) ha organizzato, come d'abitudine, la sua riunione annuale. La dichiarazione ...

Read more

Un rifugiato: la maggior parte dei mercenari sono fuggiti in Turchia

Un rifugiato proveniente da al-Ashara, città del governatorato di Deir el-Zor, ha dichiarato che "i mercenari dello Stato islamico stanno fuggendo come topi, dopo gli attacchi ricevuti dalle forze democratiche siriane", sottolineando poi che la maggior parte di questi sono fuggiti in Turchia. I combattenti delle Forze democratiche siriane hanno continuato a liberare centinaia di persone in fuga, vittime del ...

Read more

Curdi in Turchia: la lotta delle donne fra giornalismo e jineologia

"Abbiamo sempre considerato la speranza più importante della vittoria. Ma ora, alcune nostre battaglie, le stiamo vincendo". Un'intervista a Ceren Karlıdaĝ, giornalista, femminista, tra le protagoniste dell'esperienza della rivista Sujin Gazete. Abbiamo incontrato Ceren Karlıdaĝ a Diyarbakır, “capitale” della regione turca a maggioranza curda e teatro di alcuni fra i più violenti scontri fra lo stato turco ...

Read more

La Turchia vorrebbe lanciare un attacco contro Afrin?

La Turchia continua a minacciare e a lanciare attacchi contro la regione di Afrin, ma Afrin, fin dall'inizio della crisi siriana, ha resistito agli attacchi dell'occupazione turca e dei suoi mercenari mentre il comandante delle unità di protezione del popolo (YPG) Mahmoud Berxwedan ha dichiarato che "chiunque tenta di avvicinarsi al territorio di Afrin non potrà essere in grado di uscire in sicurezza". Un r ...

Read more

IL MANDELA CURDO PRATICAMENTE DESAPARECIDO: FINO A QUANDO?

E' probabile che lo Stato turco abbia ripetutamente cercato di strumentalizzare, attraverso l'isolamento, le minacce, la tortura (senza escludere, almeno inizialmente, esperimenti di narcoanalisi) il leader curdo Abdullah Ocalan. Ma finora gli è andata male. Consapevoli che “nessuno può vincere questa guerra in maniera definitiva” Ocalan e il popolo curdo hanno ripetutamente mostrato al mondo di saper affro ...

Read more

Un ragazzo di 14 anni è diventato un assassino di isis

Ebu Mecid ha combattuto contro l'SDF in molti settori. Ha solo 14 anni ed è solo uno dei tanti bambini rapiti e trasformati in assassini da parte di ISIS. Il vero nome di Ebu Mecid è Muhemmed Remedan. È uno dei bambini soldati dell'ISIS. Anche la lingua madre che usa è stata colpita: Mecid era originario di un villaggio di Ayn Îsa, ma il suo modo di parlare e l'accento ricordano quello degli arabi tunisini ...

Read more

Comandante YPG fa appello per aiuti internazionali per ricostruire Raqqa

Una comandante delle YPG/YPJ ha fatto appello alle potenze internazionali perché si uniscano agli sforzi per la ricostruzione di Raqqa dopo la rimozione della minaccia di ISIS. La comandante delle YPG/YPJ Newroz Ehmed ha detto che le Forze Siriane Democratiche hanno ottenuto la vittoria a Raqqa, ma ha parlato di obiettivi futuri, facendo notare la necessità di ripulire la città dalle mine e dalle cellule do ...

Read more

Libertà e giustizia per Nuriye Gulmen e Semih Ozakca

Terza udienza del processo contro i due hunger strikers: Semih Ozakca va agli arresti domiciliari mentre rimane imprigionata Nuriye Gulmen. Come ci aspettava, a Nuriye Gulmen è stato impedito di prendere parte anche alla terza udienza del processo del 20 ottobre. Ufficialmente perché “le sue attuali condizioni fisiche non lo consentono”. Tre giorni prima la Commissione giudicante si era recata a chiederle u ...

Read more

Erdogan mette ordine

Al sindaco dell’AKP di Ankara dopo 23 anni sono state intimate le dimissioni. Pulizie all’interno del partito di governo. Il sindaco della capitale turca, Melih Gökcek, ha annunciato le sue dimissioni. »Oggi abbiamo parlato con il Presidente«, ha dichiarato il politico 69enne lunedì sera tramite il suo strumento mediatico preferito, il servizio di notizie brevi Twitter, dove lo seguono ha più di quattro mil ...

Read more

Ase torna al suo villaggio bruciato dopo 20 anni: non me ne andrò mai

Ase Alokman è stata forzatamente sfollata dal villaggio di Belay (Beşevler) del distretto di Mardin di Savur quando i soldati hanno bruciato negli anni ’90 il villaggio. Ase è tornata al suo villaggio dopo anni e ha ricostruito la sua casa. “Dopo 20 anni, le mie memorie , il mio giardino e le mie montagne si stanno animando davanti a me. Se essi cercheranno di prendersi ancora il villaggio da me, io andrò n ...

Read more

Foglio informativo n. 3/4 2017 dei Progetti di Assistenza Sanitaria

Un numero che vale doppio -Perché è sicuramente l’unico del 2017 e perché oltre a parlare dei Progetti di Assistenza Sanitaria, in gran parte portati avanti da Staffetta insieme a Mezzaluna Rossa Kurdistan Italia Onlus, forniamo informazioni su tutti i Progetti di solidarietà delle strutture che compongono il movimento italiano che si batte per la causa curda. http://www.retekurdistan.it/2017/10/24/foglio-i ...

Read more

La libertà di Abdullah Ocalan garantirà il successo del processo di pace in Turchia

a cura del Comitato per la Liberazione del Ocalan APPELLO URGENTE INTRODUZIONE RAPPORTO SUI DIRITTI E LE VIOLAZIONI NEL CARCERE DI IMRALI DELEGAZIONE INTERNAZIONALE DI PACE DI IMRALI A ISTANBUL LA DELEGAZIONE INTERNAZIONALE DI PACE DI IMRALI A STRASBURGO IL PERIODO DI TRASFORMAZIONE SFORZI PER LA PACE E RELATIVA RISPOSTA IMPATTO SUL MEDIO ORIENTE L'ISOLAMENTO LA REALTÀ IN TURCHIA E L'UNICA SOLUZIONE PER LA ...

Read more

Da tutta la Toscana a Livorno, la comunità curda “Vogliamo notizie su Ocalan”

LIVORNO. Da tutta la Toscana a Livorno per gridare “Libertà per Ocalan”. La comunità curda, con le diverse rappresentanze livornesi, pisane, cecinesi, grossetane e della Valdera si è riunità intorno alle 10 di martedì 17 ottobre davanti al Tirreno per diffondere il loro messaggio attraverso il giornale della città. “Ci sono novità preoccupanti rispetto alla salute del leader del popolo curdo Abdullah Ocalan ...

Read more

Roma- Centro Ararat:“Vogliamo notizie su Ocalan”

Il 16 ottobre 2017, i e le militanti del Centro Socio-Culturale Curdo Ararat, la comunità curda di Roma e del Lazio hanno dato vita a un nutrito presidio a Roma nella centralissima Piazza della Madonna di Loreto per dare voce alle preoccupazioni per la salute del Leader del popolo curdo Abdulla Ocalan e chiederne la liberazione immediata. Durante il presidio sono state anche diffuse notizie sulla situazione ...

Read more

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top