You Are Here: Home » ANALISI

Cosa è successo ieri a Kirkuk e chi ne è responsabile?

Lunedì l’esercito irakeno in un solo giorno ha conquistato la città di Kirkuk alle truppe curde. La scena si presentava così. Un portavoce del „Counter Terrorism Service“ irakeno, un‘organizzazione non governativa che è stata creata dagli Stati Uniti dopo la loro invasione sta accanto a Mohandes, il comandante delle milizie Hashd al-Shaabi, che consiste in modo considerevole di combattenti iraniani. Felicem ...

Read more

Cosa è successo a Kirkuk?

Nel corso degli attacchi congiunti dell’esercito irakeno e delle forze Hashd al-Shaabi contro Kirkuk, la linea di difesa formata dalle HPG, YJA Star, volontari e alcuni peshmerga che hanno rifiutato di ritirarsi da Feylaq nella zona centrale di Kirkuk è stata spezzata quando il KDP si è ritirato. Dopo l’inizio degli attacchi le HPG nella mattinata hanno fatto un appello all’autodifesa. Centinaia di cittadin ...

Read more

La guerra tra gli USA e Al-Qaida a Idlib

Non si tratta di una questione per la quale dobbiamo rivolgere preoccupati lo sguardo verso l’alto chiedendo del perché. Perché queste ingarbugliate contraddizioni sono del tutto normali nelle guerre per procura con milizie. Tahrir al-Sham, il cui nocciolo ancora è costituito da Al-Qaida, è stato applaudito a lungo in Turchia come „forza rivoluzionaria“. Come ricorderete è stato Erdoğan stesso a protestare ...

Read more

Retroscena dell’offensiva militare turca contro la provincia di Idlib nel nord della Siria

La bagarre intorno alla provincia di Idlib nella Siria del nord è ufficialmente iniziata. La prima pietra per il futuro della regione è già stata posata l’anno scorso a Mosca in un incontro di rappresentati russi con Turchia e Iran. Nei successivi colloqui di Astana alla fine l’intenzione è stata realizzata. Ora si vuole che quei gruppi che insieme alla Turchia occupano territori nella Siria del nord intorn ...

Read more

Piano di annientamento contro i curdi al giorno d’oggi

La repubblica turca è nata nel 1923 dalle macerie dell’Impero Ottomano. Questo nuovo Stato Nazione turco nella ricerca del suo orientamento ideologico si è riallacciato allo spirito razzista, monista, di assimilazione e oligarchico del movimento »İttihat ve Terakki« – del Comitato per l’Unità e il Progresso, l’ultima forza di governo dell’Impero Ottomano. In questo percorso, dopo il genocidio degli armeni c ...

Read more

Mosul e il futuro dell’Iraq nell’era post-IS

Quando nel 2014 il cosiddetto Stato Islamico (IS) portò sotto il suo controllo nel giro di un solo giorno una città così importante dal punto di vista geo-strategico e politico come Mosul (Mosul), tutto il mondo è rimasto sotto shock. Perché non solo la seconda più grande città dell’Iraq era sotto il controllo di IS. L’intera situazione nel Medio Oriente dopo la conquista di questa città sarebbe stata diver ...

Read more

Dai comuni al confederalismo democratico nella Federazione Democratica Siria del nord

Nella Federazione Democratica Siria del Nord è stato raggiunto un altro importante avanzamento. Le elezioni del 22 settembre di quest’anno, nelle quali sono stati eletti i co-Presidenti di oltre 3000 comuni nella Siria del nord, rappresentano un grande passo nella costruzione della democrazia e dell’autogoverno con la partecipazione di tutti i popoli. È particolarmente importante che le elezioni siano avven ...

Read more

Piano per un attentato a Cemil Bayık: i servizi segreti turchi falliscono clamorosamente

Si infiltri un informatore nell’area vicina alla persona che viene considerata nemico pubblico numero 1. L’informatore fornisce ai suoi committenti dati precisi su dove e come si muove l’obiettivo. E appena si presenta un’occasione adatta, avviene l’attacco. È più o meno questo l’aspetto di colpo perfetto dei servizi segreti. Ma diventa spiacevole quando l’informatore è un agente che fa il doppio gioco e in ...

Read more

Rivolta in Kordestan

Proteste dopo la morte di contrabbandieri nelle città curde dell’Iran. La guerriglia aumenta le attività contro Teheran-Quando le salme dei due contrabbandieri uccisi lunedì sono state portate nella città di Baneh, cittadini sconvolti hanno assaltato il municipio per chiedere la punizione dei soldati responsabili. Da martedì i negozi nel bazar sono chiusi per protesta. I manifestanti si sono scontrati con l ...

Read more

Squadra di assassini del sultano

I servizi segreti turchi ora rispondono direttamente al Presidente Erdogan. Il PKK fa saltare i suoi piani per un attentato-Un complotto omicida dei servizi segreti MIT nella Regione Autonoma del Kurdistan la settimana scorsa è finito con una figuraccia per Ankara. Due agenti del MIT arrivati passando per l’aeroporto di Sulaimaniyya (curdo: Silemani), oltre ad altre operazioni dei servizi segreti avevano pi ...

Read more

Sangue curdo per le terre arabe ? – Prospettive per Raqqa

Sangue curdo per le terre arabe ? - Prospettive per Raqqa Il 6 novembre 2016 è stata annunciata "Ira dell' Eufrate" per liberare Raqqa dallo Stato islamico (IS). Le forze democratiche siriane (SDF) guidate dalle YPG sono state dichiarate il 6 novembre 2016. La prima fase per isolare e prendere le aree intorno a Raqqa è stata seguita da altri tre fasi in cui sono state liberate aree come Tabqa, l'autostrada ...

Read more

Cosa succede dopo Raqqa?

L’operazione iniziata il 5 giugno dalle Forze Democratiche Siriane (FDS) per la liberazione della “capitale” dello Stato Islamico (IS) Raqqa, in breve tempo ha potuto ottenere grandi successi. Mentre vengono scritte queste righe, più della metà di Raqqa è sotto il controllo delle FDS. Le forze di IS a Raqqa sono completamente circondate. Le false informazioni da parte di responsabili dell’AKP, secondo le qu ...

Read more

La questione della giustizia in questo modo è stata risolta?

La ” Marcia per la Giustizia ” iniziata in Turchia il 15 giugno, avviata dal Presidente del Partito Repubblicano del Popolo (CHP) Kemal Kılıçdaroğlu, è finita 25 giorni dopo con una grande manifestazione conclusiva a. La Marcia per la Giustizia, che ha ricevuto sostegno di diverse aree, potrebbe essere interpretata come una sveglia per l’opposizione in Turchia? Questa Marcia per la Giustizia durata 25 giorn ...

Read more

L’ordinaria banalità degli USA

Una notizie e un immagine: dato che metà della cupola è ancora illesa, è possibile riconoscere che questa rovina è una moschea. Intorno a questa rovina si vedono case che sono ricadute su se stesse. Sotto l’immagine si legge il seguente titolo tragicomico: Si pensa al periodo dopo la vittoria a Mosul. La strada che ha portato alla „vittoria“ è iniziata il 18 dicembre 2010 con l’auto-immolazione del tunisino ...

Read more

Guerra giusta

Uno sguardo esclusivamente geopolitico non fraintende la dinamica della guerra popolare nel nord della Siria – Nell’estate 1917 Lenin è dovuto fuggire dalla Russia perché il regime provvisorio lo accusava di aver organizzato come agente tedesco una rivolta per indebolire il fronte russo. Retroscena dell’accusa di essere un agente era il fatto ch e Lenin con l’aiuto dello stato maggiore tedesco aveva raggiun ...

Read more

Momenti della linea di fuoco…

Armati di volontà di ferro, esperti in armi da combattimento, veloci nel raggiungere il loro grilletto, ogni combattente capisce ciò che fa; anche in pausa, sono ansiosi di imparare qualcosa di nuovo, e il modo in cui sono attenti ai movimenti nemici dice molto sul loro coraggio. E mostra parecchio la loro volontà di ferro. Nel 17° giorno della campagna lanciata il 6 giugno, i combattenti delle forze democr ...

Read more

La crisi sul Golfo: Una sconfitta del Qatar significa una sconfitta della Turchia?

Nell’immaginario dell’opinione pubblica ci sono alcuni preconcetti rispetto al mondo arabo. Da un lato si pensava che Paesi come il Kuwait, il Qatar, l’Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti e il Bahrain hanno tutti le stesse radici sociali e religiose e per questo avrebbero anche seguito la stessa politica estera. E dall’altro si pensava che tutti questi Paesi nella loro politica estera si sarebbero atten ...

Read more

I curdi saranno i grandi perdenti in Siria

il Medio Oriente è una regione nella quale possono verificarsi le cose più inimmaginabili. Guardano indietro all’ottobre 2014 torna in mente il periodo in cui un paio di dozzine di combattenti delle Unità di Difesa del Rojava (YPG) combattevano nelle ultime strade libere di Kobanê fino alla morte. Oggi, nel giugno 2017, vediamo le Forze Democratiche della Siria (FDS) con il ruolo guida delle YPG che circond ...

Read more

Per modificare lo status quo ci vuole serietà…

Nihat Kaya sul significato regionale della richiesta di Barzani di un referendum sul distaccamento della Regione Autonoma del Kurdistan dall’Iraq- Mancano pochi giorni alla liberazione definitiva di Mosul da IS. Prossimamente verrà annunciata la liberazione completa di Mosul. Poi seguiranno Tal Afar e Hewice. Al confronto con Mosul questi non sono territori grandi di insediamento. Le operazioni di liberazio ...

Read more

Il vero obiettivo della Turchia sulla strada verso Idlib: i curdi

L’esperto di Siria Fehim Tastekin valuta i retroscena della mobilitazione dell’esercito turco nella Siria del nord e il pericolo di un attacco al cantone di Afrin. La Turchia avrebbe concluso la sua operazione Scudo dell’Eufrate, quindi la sua missione in Siria del nord il 29 marzo. Ma invece di ritirare le proprie truppe, Ankara ha perfino allargato le sue attività militari tra Azaz e Al-Bab. Diventa sempr ...

Read more

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top