Bologna, Presentazione del libro “tutta la mia vita è stata una lotta” 3 di Sakine Cansiz Reviewed by Momizat on . Bologna, spazio autogestito Vag 61, via Paolo Fabbri,110. Sabato 10 Febbraio alle ore 16,00. Sakine Cansiz, la compagna Sara, è una delle più importanti rivoluz Bologna, spazio autogestito Vag 61, via Paolo Fabbri,110. Sabato 10 Febbraio alle ore 16,00. Sakine Cansiz, la compagna Sara, è una delle più importanti rivoluz Rating: 0
You Are Here: Home » DONNE » Bologna, Presentazione del libro “tutta la mia vita è stata una lotta” 3 di Sakine Cansiz

Bologna, Presentazione del libro “tutta la mia vita è stata una lotta” 3 di Sakine Cansiz

Bologna, Presentazione del libro “tutta la mia vita è stata una lotta” 3 di Sakine Cansiz

Bologna, spazio autogestito Vag 61, via Paolo Fabbri,110. Sabato 10 Febbraio alle ore 16,00.

Sakine Cansiz, la compagna Sara, è una delle più importanti rivoluzionarie della storia recente. E’ stata assassinata insieme alle compagne Leyla e Fidan a Parigi nel 2013, dai servizi segreti turchi, proprio mentre era impegnata negli importanti colloqui di pace a Oslo.

Abbiamo già presentato negli anni passati il primo e il secondo volume dove viene narrata la sua infanzia a Dersim, i primi passi della costruzione del movimento di liberazione del popolo e delle donne curde, la fondazione del PKK, il suo arresto e una delle più importanti resistenze all’ interno di un carcere di massima sicurezza fino alla liberazione.

Il terzo volume racconta gli ultimi dieci anni di vita di Sakinè con la formazione all’Accademia di Damasco e il suo trasferimento nelle montagne libere del kurdistan come guerrigliera. Qui insieme alle altre compagne fonda la formazione armata di sole donne e lo spazio delle donne libere nelle montagne del Quandil.

In questo momento storico è fondamentale tenere alta l’attenzione e agire la massima solidarietà possibile verso il popolo e le donne curde, perchè il modello del Conferderalismo Democratico e la rivoluzione delle donne in Rojava sono duramente attaccate dai militari e dai mercenari fascisti turchi, con feroci bombardamenti di aree civili, sanitarie e archeologiche di Afrin, il cantone occidentale.

L’iniziativa sarà anche un’occasione per fare un aggiornamento dell’invasione in corso con la rappresentante dell’Ufficio Informazione del Kurdistan e organizzare insieme tutte le iniziative possibili per fermare questa guerra atroce.

Ci saranno inoltre un banchetto con le varie pubblicazioni e un buffet per autofinanziare l’incontro.

© 2013 UIKI-Onlus Team

Scroll to top