Avvocato di Öcalan: a Imrali vige la legge della tortura Reviewed by Momizat on . L'avvocato del leader del popolo curdo Abdullah Öcalan, Newroz Uysal, ha protestato contro l'isolamento e ha detto che la tortura è in vigore a Imrali e c'è uno L'avvocato del leader del popolo curdo Abdullah Öcalan, Newroz Uysal, ha protestato contro l'isolamento e ha detto che la tortura è in vigore a Imrali e c'è uno Rating: 0
You Are Here: Home » Liberta per Öcalan » Avvocato di Öcalan: a Imrali vige la legge della tortura

Avvocato di Öcalan: a Imrali vige la legge della tortura

Avvocato di Öcalan: a Imrali vige la legge della tortura

L’avvocato del leader del popolo curdo Abdullah Öcalan, Newroz Uysal, ha protestato contro l’isolamento e ha detto che la tortura è in vigore a Imrali e c’è uno stato di emergenza costante. Il leader del popolo curdo Abdullah Öcalan non ha potuto incontrare i suoi avvocati dal 27 luglio 2011 con scuse come “il tragetto è in riparazione “o” maltempo”.

L’avvocato di Öcalan, Newroz Uysal, ha parlato con l’ANF dell’isolamento aggravato e ha detto: “Siamo di fronte ai 3 anni più pericolosi della storia dell’isolamento dagli ultimi 20 anni. “

Uysal ha detto di non aver avuto alcun contatto con Öcalan per anni e ha sottolineato che questo livello di isolamento non ha precedenti nel mondo. Uysal ha detto che la legge a Imrali la tortura e ha aggiunto: “Con la dichiarazione dello Stato di emergenza dopo il 15 luglio e il decreto statutario (KHK) emesso per Imrali, hanno implementato l’isolamento e la tortura. 18 anni di isolamento sono diventati tortura dopo il 15 luglio. Lo stato di emergenza è stato imposto per 18 anni, e questo metodo di tortura ha sempre calpestato la legge. Vogliono ignorare la legge e far abituare la società all’isolamento “.

L’ISOLAMENTO È ANCHE UN CONCETTO DI GUERRA
L’avvocato Newroz Uysal ha aggiunto: “Aggravare l’isolamento e il costante sviluppo dell’isolamento come sistema è anche un concetto di guerra. L’insistenza sull’isolamento fa parte della sporca politica di guerra contro il popolo curdo e il movimento della libertà da parte dello stato turco. Il governo ha paura delle idee di Öcalan. Quando le idee di Öcalan saranno implementate, la Turchia sarà democratizzata, il caos in Medio Oriente finirà e le idee di Öcalan saranno discusse in tutto il paese. Lo stato vede tutto questo e continua ad approfondire l’isolamento, oltre a ricorrere a tutte le forme di politica di guerra.

“IL DIRITTO INTERNAZIONALE DIVENTA PARTE DEL SISTEMA DI TORTURA”
Lo stato attua tutte le sue politiche su un’opponendosi ai valori della società e alla volontà dei popoli del Kurdistan. Ecco perché rifiutano tutti i nostri appelli per visitare Imrali con scuse fasulle. Facciamo appello agli avvocati di fare le visite ogni settimana e opporsi ai rifiuti. Nonostante tutti i nostri appelli alla CEDU e al CPT, sotto il Consiglio d’Europa, non c’è sviluppo e le istituzioni in questione legittimano la tortura con la loro posizione. Quando si tratta di Imrali, anche la legge internazionale rimane bloccata diventando partner del sistema di tortura dello stato turco. Questo isolamento non è implementato solo in Turchia, guardando in profondità nella questione, si può vedere che questo isolamento è implementato anche nell’arena internazionale. Questo si vede anche dopo la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo “.

© 2013 UIKI Onlus Team

Scroll to top