Assemblea costituente per una Siria Democratica Federale rilascia la dichiarazione conclusiva Reviewed by Momizat on . La dichiarazione conclusiva dell’Assemblea Costituente del Sistema Democratico Federale della Siria del Nord ha fatto appello a tutte le aree della Siria perché La dichiarazione conclusiva dell’Assemblea Costituente del Sistema Democratico Federale della Siria del Nord ha fatto appello a tutte le aree della Siria perché Rating: 0
You Are Here: Home » NOTIZIE » Assemblea costituente per una Siria Democratica Federale rilascia la dichiarazione conclusiva

Assemblea costituente per una Siria Democratica Federale rilascia la dichiarazione conclusiva

Assemblea costituente per una Siria Democratica Federale rilascia la dichiarazione conclusiva

La dichiarazione conclusiva dell’Assemblea Costituente del Sistema Democratico Federale della Siria del Nord ha fatto appello a tutte le aree della Siria perché prendano attivamente parte alla costruzione di una Siria Democratica e Federale.

La Conferenza dell’Assemblea Costituente della Siria del Nord è iniziata nella città di Rimelan il 27 dicembre ed è durata tre giorni. Ieri (29 dicembre), i 165componenti del Consiglio hanno approvato la bozza di contratto sociale.

La dichiarazione finale della conferenza è stata resa pubblica in una conferenza stampa.

La componente dell’Assemblea Costituente Elizabeth Korey, che ha letto la dichiarazione conclusiva ha affermato che il secondo incontro dell’Assemblea Costituente del Sistema Democratico Federale della Siria del Nord, che è stata proclamata il 17 marzo 2016, si è svolta con la partecipazione di 165 componenti dei tre cantoni della regione di Shehba il 27-28-29 dicembre nell’ambito degli sviluppi in Siria e nella regione.

Nella conferenza è stata fatta una valutazione del processo attuale e dei recenti sviluppi in Siria. Sono stati discussi sviluppi militari e politici, in particolare quelli nella Siria del nord, l’occupazione di Jarablus da parte della Turchia e gli sforzi per occupare al-Bab, minacce contro Manbij e Afrin, modifiche causate da questo nella demografia della regione e attacchi contro civili. È stato convenuto che l’invasione del suolo siriano da parte della Turchia va deve trovare opposizione e resistenza.
I partecipanti alla conferenza hanno anche discusso gli sviluppi militari ad Aleppo e Palmira, modifiche negli equilibri di potere i conseguenti effetti di questi cambiamenti per processo futuro.

Secondo la dichiarazione finale, i partecipanti hanno richiamato l’attenzione sull’importanza di un cessate il fuoco in Siria ed enfatizzato che tutti gli elementi chiave dovrebbero riunirsi intorno a un tavolo per la risoluzione della crisi siriana, in modo che non si ripetano i falliti colloqui e incontri per una soluzione.

La componente dell’Assemblea Costituente Elizabeth Koreyi ha affermato che sono state valutate anche le conquiste ottenute dalle Forze Siriane Democratiche (FSD) durante l’operazione per liberare Raqqa.
“È stato letto il rapporto del Consiglio Esecutivo. Tutte le attività dei comitati svolte fino ad oggi sono state valutate nel rapporto. Tra i principali punti all’ordine del giorno sono stati valutato separatamente gli articoli del Contratto Sociale e sono state apportate le necessarie modifiche ad alcuni articoli,” ha detto Koreyi.

“L’Assemblea Costituente ha condiviso il documento politico per la risoluzione della crisi in Siria. L’Assemblea ha affermato che la Federazione della Siria del Nord è parte di una Siria Democratica e Federale. Il Sistema Federale è stato deciso come soluzione democratica per una futura Siria e un sistema per uscire dall’attuale crisi e impedire il collasso sociale. Inoltre l’esperienza amministrativa che abbiamo maturato dalla rivoluzione del 19 luglio – che è stata possibile solo con la partecipazione di tutti i popoli – è diventata un esempio per l’intera Siria.”

Koreyi ha detto che invitano tutte le forze democratiche e nazionali che credono in una soluzione politica a unirsi e a formare una Siria Democratica e Federale che sarà inclusiva di tutti i popoli. “Invitiamo tutti i gruppi sociali nella Siria del nord a prendere parte attivamente al sistema democratico. Regaliamo questa vittoria conquistata con il sangue dei nostri martiri a tutti i popoli della Siria per il nuovo anno,” ha detto.

L’ dell’Assemblea Costituente del Sistema Democratico Federale della Siria del Nord comprende rappresentanti curdi, siriaci, turkmeni, arabi e armeni.

Una decisione importante è stata la rimozione di ‘Rojava’ (che in curdo significa ‘occidente’) dal nome della federazione per via del suo riferimento a una singola etnia. La federazione in precedenza si chiamava Federazione del Nord della Siria – Rojava. La decisione ha incontrato proteste durante la conferenza quando un giovane è salito sul palco e ha disegnato dei cuori intorno alla parola ‘Rojava’ sullo striscione dietro agli oratori.

Finora Damasco ha rifiutato di riconoscere un’entità federale nel Paese e ha reiterato questa posizione dopo la conferenza.

Il Sistema Federale mira a una società democratica, laica e pluralista, che vada oltre le differenze etniche e religiose nella regione.

Foza Yusif: il federalismo protegge gli interessi di tutta la Siria

Foza Yusif, membro del Comitato Politico del Federalismo Democratico del Nord della Siria, ha dichiarato che attraverso il federalismo democratico s’intendono difendere i diritti di tutte le persone della Siria e che sarà costruito nel principio dell’unità nazionale e geografica.

Foza Yusif ha esposto alcune valutazioni dopo la conferenza stampa che ha avuto luogo alla fine del secondo incontro dell’Assemblea Costituente, conclusasi giovedì:

Ha dichiarato che aree come Shahba, Manbij e Shaddadi sono state rappresentate dentro i confini del federalismo democratico.

E ha anche sottolineato che in un rapido processo di costruzione, la volontà delle persone e le persone stesse che abitano le regioni liberate saranno protette solo se dentro un sistema federale democratico. Gli obiettivi ottenuti per i curdi saranno garantiti per tutte le persone siriane.

L’assemblea Costituente del Nord della Siria ha avuto luogo nella città di Rimelan il 27 dicembre ed è durata tre giorni. Giovedì i 165 membri del consiglio hanno approvato il Contratto Sociale e le dichiarazioni sono state annunciate nella conferenza stampa.

La dichiarazione spiega che i partecipanti alla conferenza hanno sottolineato l’importanza di un cessate il fuoco in Siria. Rimarcando che tutti i punti chiave dovrebbero dialogare insieme in una tavola di risoluzione della crisi siriana e che non si ripeteranno gli errori commessi durante i vecchi incontri per la risoluzione della crisi in Siria.

© 2020 UIKI Onlus Team

Scroll to top