Abu Omar al-Idlabi: La difesa di Afrin è più importante delle decisioni dell’Alleanza Internazionale Reviewed by Momizat on . Portavoce delle Forze rivoluzionarie sotto l'egida delle forze democratiche siriane, Abu Omar al-Idlibi, ha affermato che attualmente la difesa del Cantone di A Portavoce delle Forze rivoluzionarie sotto l'egida delle forze democratiche siriane, Abu Omar al-Idlibi, ha affermato che attualmente la difesa del Cantone di A Rating: 0
You Are Here: Home » EFRIN » Abu Omar al-Idlabi: La difesa di Afrin è più importante delle decisioni dell’Alleanza Internazionale

Abu Omar al-Idlabi: La difesa di Afrin è più importante delle decisioni dell’Alleanza Internazionale

Abu Omar al-Idlabi: La difesa di Afrin è più importante delle decisioni dell’Alleanza Internazionale

Portavoce delle Forze rivoluzionarie sotto l’egida delle forze democratiche siriane, Abu Omar al-Idlibi, ha affermato che attualmente la difesa del Cantone di Afrin è più importante delle risoluzioni dell’Alleanza internazionale.

Durante un’intervista speciale rilasciata all’agenzia di notizie Hawar con il portavoce delle fazioni rivoluzionarie affiliate a (SDF) Abu Omar al-Idlibi sul ritiro delle loro forze dall’est dell’Eufrate a ovest dell’Eufrate.

Abu Omar al-Idlibi ha detto che il loro ritiro è arrivato dopo 46 giorni di resistenza dell’epoca e in attesa che l’alleanza internazionale chiarisse la sua posizione sull’aggressione turca e i suoi mercenari. La comunità internazionale ha adottato una ferma decisione su ciò che l’occupazione sta commettendo contro il popolo di Afrin, mentre sono nell’arena degli scontri contro i mercenari dell’IS nelle aree di Deir ez-Zor e al-Raqqa.

Abu Omar ha sottolineato che sono fazioni rivoluzionarie che hanno famiglie nel cantone di Afrin, che hanno abbracciato per 3 anni, quando nessuno ha abbracciato le loro famiglie per i crimini dei mercenari dell’Is e dei loro sostenitori, la “Turchia”. Ha detto: “A Deir ez- Zor e al-Raqqa, dove si trovano le nostre famiglie e li abbiamo liberati e ripuliti dai mercenari dell’Is.”

Abu Omar ha dichiarato: “Durante i tre anni in cui siamo rimasti nella terra di Afrin, dopo essere stati sfollati dalle azioni terroristiche di Jabhet al-Nusra, i mercenari dell’Is e le fazioni alleate, ci siamo uniti a (SDF) e abbiamo partecipato a diverse campagne contro l’agente dell’aggressione dell’esercito di occupazione turco come i mercenari dell’Is, Jabhet al-Nusra, ma siamo rimasti sorpresi dalla pugnalata alle spalle.”

“Qual è il vantaggio di proteggere Deir al-Zour e le nostre famiglie, e le famiglie che hanno ricevuto le nostre famiglie ad Afrin vengono ora uccise dall’occupazione turca e dai suoi mercenari,” ha detto Abu Omar.

“Ora stiamo andando a proteggere i nostri genitori e il popolo del cantone di Afrin dal terrorista originale, l’esercito di occupazione turco a sostegno dell’ISIS e delle fazioni militanti, quindi la difesa di Afrin è ora più importante delle decisioni dell’alleanza internazionale”, ha detto il portavoce delle Forze rivoluzionarie sotto l’egida di (SDF).

Le forze, “l’esercito ribelle, il fronte curdo, la Brigata nord democratica, il consiglio militare Idlib” hanno rilasciato allo stadio nero nella città di al-Raqqa, una dichiarazione congiunta sul trasferimento delle loro forze dall’Est dell’Eufrate ad Afrin.

© 2013 UIKI Onlus Team

Scroll to top